Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Istituito il Parco archeologico di Tindari
    tindariIl Presidente della Regione, Nello Musumeci,...(100)
  2. Giunte comunali, aumenta il numero di assessori
    Immagine Pellegrino AssenzaVia libera dell’ARS alla nuova composizione...(105)
  3. Sant'Agata, commissariato di polizia: mozione della minoranza
    logo PsI consiglieri di opposizione al Comune...(93)
  4. Politica Sant'Agata. Intervista a Giuseppe Puleo
    InterPuleoIl consigliere del Partito democratico,...(204)
  5. Sant'Agata, opposizione propone trasferimento mercato
    Consiglieri SantI consiglieri comunali Carmelo Sottile,...(134)
  6. Bio Distretto dei Nebrodi, martedì assemblea generale
    Si terrà martedì 19 Marzo alle ore 17.00,...(81)
  7. Donazione degli organi, è polemica a Messina
    donarevitaNei giorni scorsi la dottoressa Bruna Piazza,...(206)
Palermo. La canzone d'autore incontra il jazz
Martedì 29 Gennaio 2019 15:11

PeteRugolo AsmacImpropriamente definite canzonette attribuendo alle stesse il senso definito di musica leggera salgono alla ribalta di un teatro , il Santa Cecilia tempio del jazz, le canzoni d'autore. Il progetto di tale evento curato dalla Fondazione BRASS ha voluto valorizzare quanto di piu' importante ci è stato lasciato da grandi autori per una memoria sempre attuale .
di Paolo Santoro

Gino Paoli, Tenco, Battisti, Battiato, questi gli autori che unitamente ai grandi interpreti e compositori d'oltre oceano tra questi Pete Rugolo, hanno dato lustro alla canzone italiana diffondendola in tutto il mondo. Proprio Pete Rugolo ha lanciato nel mondo la famosa Torna a Surriento, fiore all 'cchiello della melodia tipicamente all italiana, suonata e arrangiata da interpreti di fama mondiale.
rugolo3Ci piace ricordare cantanti d'oltreoceano con origini italiane e specificatamente siciliane tra cui Louis Prima, Frank Sinatra, lo stesso Pete Rugolo nato a San Piero Patti, nel 1915 divenuto in America uno tra i più apprezzati compositori e arrangiatori del panorama musicale internazionale e che ha molto lavorato per Stan Kenton. Ricordiamo la sua venuta a Palermo per un concerto rimasto memorabile in cui diresse la cantante bagherese Silvia Balistreri, per esprimere, secondo la sua visione i colori e e i suoni della Sicilia dallo stesso Rugolo molto amata. Si affidò molto alla voce della Balistreri per la sua capacita di conciliare il colore e la potenza di una vocalità lirica con le inflessioni e gli accenti del canto jazz.

Ritornando al concerto delle canzoni d'autore abbiamo ben assimilato la capacità degli arrangiamenti di canzoni del '50 '60 '70 da parte di un bravissimo Vito Giordano diretto magistralmente dal maestro Riina Domenico. Di alto profilo l'ensemble orchestrale con solisti prestigiosi tra i quali il giovane Randisi al pianoforte e Munafò alla chitarra. Bellissima la sezione dei fiati alla quale avremmo personalmente legato una piccola sezione d'archi ricordando un concerto di stesso valore dal titolo Bach Bacharac. Ma è soltanto una personale riflessione che non Rugolo2inficia minimamente la bravura dei componenti dell'orchestra jazz siciliana.
Ricordiamo la bravissima Carmen Avellone componente tra le piu note della compagine del Brass che ha cantato "E la chiamano estate" dando una interpretazione melodica con tutti i tratti raffinati degli accenti propri del jazz, richiamando il sound tipico dei night con in testa il grande Bruno Martino.
Un plauso grande al Presidente del Brass e musicista rinomato Ignazio Garsia che tra tante sofferenze per portare avanti il suo sogno di un teatro stabile oggi esaudito...che ha una grande capacità di produrre senza il necessario apporto di altre produzioni facendo pertanto arte ed economia della quale sicuramente si avvantaggia Palermo.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack