Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. San Marco d'Alunzio, stabilizzati 25 impiegati precari
    IMG 7890 04 11 19 12 27Dopo trent’anni di precariato, a San Marco...(78)
  2. Riaprire il tribunale di Sant'Agata, mozione della minoranza
    tribunI consiglieri comunali di opposizione,...(80)
  3. Loculi cimiteriali, interrogazione della minoranza
    Sant'Agata Militello. L'opposizione ne...(56)
  4. Scuolabus guasti, interrogazione minoranza
    Sant'Agata Militello - Alla vigilia...(92)
  5. Istituito il Parco archeologico di Tindari
    tindariIl Presidente della Regione, Nello Musumeci,...(247)
  6. Giunte comunali, aumenta il numero di assessori
    Immagine Pellegrino AssenzaVia libera dell’ARS alla nuova composizione...(252)
  7. Sant'Agata, commissariato di polizia: mozione della minoranza
    logo PsI consiglieri di opposizione al Comune...(236)
CURIOSITA' - I "miracoli" del Vino Vip
Mercoledì 04 Settembre 2019 07:25

vini Modovamonastero RudiLe origini dell’invenzione del vino sono talmente antiche da affondare nella leggenda che spesso si abbina anche al mito della religione e anche a certi miracoli come racconta una leggenda del Monastero “RUDI“ situato nel piccolo paese della Moldavia, con la più grande collezione di vini del mondo. Più di 1 milione e mezzo di bottiglie ad una profondità di 80 metri con vere gallerie chilometriche (circa 200) piene di vino, una vera e propria città sotterranea del vino. Registrata nel libro Guinness nei 2005.

di Victoria Verdes

Si dice che uno dei grandi sovrani di Moldavia Grigore Chica si ammalò gravemente e non riusciva a trovare una cura. Un giorno un contadino si fermò al cancello chiedendo di essere ricevuto dal principe, al quale ha chiesto di lasciare il trono per un mese e andare sulla terra Rudi, dove è stato curato con uva e mosto d’uva. In segno di gratitudine il principe ha costruito su questa terra benedetta, il famoso monastero “RUDI” (1777) della Moldavia.

Oggi i vini moldavi per le loro qualità terapeutiche sono in grado di trattare alcune malattie attraveso Vinoterapia in località come Camenca, Calarasi, Cahul. Un altro vino miracoloso nacque nell’ultima Cena, durante la quale Gesù istituì l’Eucaristia. Come leggiamo nel Vangelo secondo Matteo (26, 27-28 ): “Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie, lo diede loro dicendo: Bevetene tutti perchè questo è il mio sangue dell’alleanza versata per molti, in remissione dei peccati “

Questo gesto che vediamo compiere al sacerdote durante la messa: versare il vino nel calice e berlo. Fin qui, la spiegazione teologica, che va conosciuta. Ma non è capitato anche a voi di chiedervi quale vino si usa durante la messa? Il vino da messa è un vino qualunque? No. Certo. Dev’essere prodotto seguendo l’articolo 924 del Codice di Diritto canonico: “Il vino deve essere naturale, del frutto della vite e non alterato. “Durante la produzione non va aggiunto nulla al’uva. Lo producono solitamente conventi o istituzioni religiose ma ci sono anche produttori laici. Questi devono avere un'autorizzazione dalla Curia basata su un analisi chimica e che si rinnova ogni 2 anni". Il vino rosso, prodotto attraverso la fermentazione del mosto d’uva, è una bevanda che oltre alle preziose caratteristiche organolettiche porta al nostro organismo tantissime importanti proprietà e benefici, che rendono quest Elesir se utilizzato in moderazione, famoso bicchiere al giorno - un vero e proprio toccasana, antiossidante, anti invecchiamento, abbassa i livelli di colesterolo e previene diverse malattie e ti fà una pelle da principe o da principessa. Però, questo, come dice un vecchio detto ...tutto con misura!

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack