Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Istituito il Parco archeologico di Tindari
    tindariIl Presidente della Regione, Nello Musumeci,...(24)
  2. Giunte comunali, aumenta il numero di assessori
    Immagine Pellegrino AssenzaVia libera dell’ARS alla nuova composizione...(29)
  3. Sant'Agata, commissariato di polizia: mozione della minoranza
    logo PsI consiglieri di opposizione al Comune...(24)
  4. Politica Sant'Agata. Intervista a Giuseppe Puleo
    InterPuleoIl consigliere del Partito democratico,...(135)
  5. Sant'Agata, opposizione propone trasferimento mercato
    Consiglieri SantI consiglieri comunali Carmelo Sottile,...(79)
  6. Bio Distretto dei Nebrodi, martedì assemblea generale
    Si terrà martedì 19 Marzo alle ore 17.00,...(36)
  7. Donazione degli organi, è polemica a Messina
    donarevitaNei giorni scorsi la dottoressa Bruna Piazza,...(138)
Danneggiamenti ed atti persecutori ai vicini, arrestato a Motta d'Affermo
Sabato 16 Marzo 2019 13:26

caserma Motta dAffermoI carabinieri della Compagnia di Mistretta, su disposizione della Procura Generale della Repubblica della Corte d’Appello di Messina, hanno arrestato P.A., 30 anni, di Motta D’Affermo, condannato a 3 anni e 10 mesi di reclusione, per “atti persecutori, furto in appartamento, danneggiamento seguito da incendio, lesioni personali e danneggiamento”.

L’uomo, per oltre due anni, tra il 2012 ed il 2014, aveva vessato alcuni abitanti del condominio ove risiede in Motta D’Affermo, rendendosi responsabile, in varie circostanze di: reiterate molestie, sia verbali che fisiche; minacce gravi, in un caso brandendo anche un’ascia; furti nelle abitazione dei vicini di oggetti in oro e denaro contante; danneggiamenti delle porte d’ingresso delle vittime, anche utilizzando del liquido infiammabile; nonché di un’aggressione ai danni di un ultrasettantenne cui aveva provocato delle lesioni personali. Per alcuni di questi reati, l’uomo era stato già arrestato dai Carabinieri di Mistretta, nel novembre 2012 e nel giugno 2014, in esecuzione di due diverse ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Patti. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Termini Imerese (PA), dove dovrà espiare la pena.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack