Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Bilancio Consorzio Autostrade, una nota dell'assessore Falcone
    marco falcone cas autostradaL'assessore regionale alle Infrastrutture...(8)
  2. Natale a Sant'Agata, il programma delle inziative
    albero e castello gallegoCon l'installazione e l'accensione dell'albero...(17)
  3. Superstrada Patti - San Piero Patti, consegnati i lavori
    Con un documento esprime soddisfazione il...(17)
  4. Capo d'Orlando, convegno su biodiversità a Villa Piccolo
    fas4Ieri, giovedì 29 novembre 2018, si è conclusa,...(21)
  5. Sant'Agata, si riunisce stasera il Consiglio Comunale
    All'ordine del giorno, tra l'altro, mozione...(20)
  6. Piraino, Gruppo Giovane e Solidale critica l'Amministrazione
    In un documento scrivono: siamo sconcertati...(20)
  7. Militello Rosmarino, avviati i lavori di manutenzione territoriale
    Militel5Il 20 novembre, a seguito di una richiesta del...(172)
Sant'Agata, raffica di interrogazioni della minoranza consiliare
Mercoledì 18 Luglio 2018 07:00

2023I consiglieri comunali del Gruppo di Opposizione Sant'Agata 2023: Carmelo Sottile, Giuseppe Puleo, Melinda Recupero, Nunziatina Starvaggi e Monica Brancatelli hanno presentato una serie di interrogazioni su vari argomenti. Di seguito il testo integrale su: Rifiuti: "Comuni siciliani a rischio commissariamento". "Nuova rete ospedaliera"; "Interventi di derattizzazione e disinfestazione".

INTERROGAZIONE CONSILIARE (risposta orale ) Oggetto: Rifiuti : "Comuni siciliani a rischio commissariamento"; 
Premesso - che l'articolo 3 dell'ordinanza n. 04/rif del 7-06-2018, sul ricorso temporaneo a forme speciali di gestioni dei rifiuti, emanata dal commissario per l'Emergenza e presidente della Regione Nello Musumeci il 7 giugno scorso, tra le misure adottate, impone ai 390 enti locali dell'Isola l'obbligo di trasmettere entro il 31 luglio al dipartimento regionale all'Acqua e rifiuti i contratti stipulati con una delle quattro società che hanno risposto all'appello della Regione sul trasporto dei rifiuti fuori dalla Sicilia, pena il commissariamento dei comuni medesimi già a fine del corrente mese;
- che la maggior parte delle discariche sono sature, ed è alta la possibilità che i rifiuti possano soggiacere per le strade in piena stagione estiva, in quanto i sindaci potrebbero trovarsi nelle condizioni di non sapere dove conferire la spazzatura per l'assenza di impianti di trattamento;
- che la mancata trasmissione del contratto o del provvedimento secondo quanto prescritto dalla normativa costituisce grave violazione e comporta l'avvio dell'intervento sostitutivo del Comune omissivo e l'attivazione delle procedure di decadenza degli organi comunali;
- che ai Comuni vengono concesse appena due settimane per procedere alla stipula dei contratti e inviare i plichi alla Regione;

Tanto premesso, gli scriventi consiglieri INTERROGANO IL SINDACO

per conoscere l'attuale situazione relativa alla gestione ed al conferimento dei rifiuti, nonché per sapere:

- se sono stati predisposti gli adempimenti necessari previsti dalla ordinanza ed in particolare per stipulare i contratti con una delle quattro aziende, pronte a farsi carico del trasporto, dal momento che mancano poco più di 10 giorni alla scadenza imposta dal Commissario straordinario all'emergenza ai rifiuti, e considerato che le medesime non saranno sufficientemente in grado di potere assolvere le richieste di 390 enti locali, specie in un periodo, quello estivo, in cui fra l'altro aumenta fisiologicamente la produzione dei rifiuti nell'Isola per la presenza di turisti;
- se altre iniziative sono state poste in essere per scongiurare una possibile emergenza rifiuti nel caso in cui le discariche non fossero più autorizzate ad accogliere ulteriori rifiuti perché sature.

Si chiede risposta orale ed iscrizione al primo Consiglio Comunale utile. ------------------

INTERROGAZIONE CONSILIARE  (risposta orale) Oggetto: nuova rete ospedaliera e criticità relative al nosocomio di Sant'Agata di Militello.

Premesso - che l'ospedale di Sant'Agata di Militello è catalogato come ospedale di base, la cui peculiarità è caratterizzata in atto dalla presenza dei reparti di medicina, chirurgia, cardiologia, ortopedia e traumatologia, ostetricia, psichiatria e direzione Sanitaria (strutture complesse), pediatria, laboratorio, radiologia, anestesia e rianimazione, pronto soccorso con OBI, otorinolaringoiatria, neurologia, farmacia (strutture semplici;)
- il Piano sanitario per l'ospedale di Sant'Agata Militello, approvato della Giunta regionale nella programmazione 2018, prevede 87 posti letto, uno in meno rispetto agli attuali. La previsione è di mantenere 4 Unità operative complesse destinate a medicina generale che avrà 20 posti letto; ortopedia e traumatologia con 10; cardiologia con 6 e pediatria con 2. Unità semplici invece per chirurgia generale con 12 posti letto; neurologia con 2; ostetricia e ginecologia con 6; psichiatria con 15; UTIC unità terapia intensiva coronarica con 4; neonatologia con 2; lungodegenza con 8. Servizi senza posti letto: Servizio otorinolaringoiatria e trasfusionale unità operative semplice dipartimentali; semplici radiologia, laboratorio analisi, anestesia, farmacia, direzione sanitaria, gastroenterologia, Pronto soccorso con Obi, osservazione breve;

Considerato - che la popolazione servita dall'ospedale di Sant'Agata risulta essere intorno a 100 mila abitanti, comprendendo l'utenza proveniente dal distretto sociosanitario di Mistretta, ove molti reparti ospedalieri sono stati chiusi.
- che parte del distretto sociosanitario di Sant'Agata ed il distretto sociosanitario di Mistretta fanno parte della area interna Nebrodi in virtù del fatto che in questo territorio è mancante un dipartimento emergenza ed accettazione di 1' livello, con problematiche relative all'erogazione dei servizi sociali a rischio spopolamento e fortemente disagiato per la lontananza da centri maggiori erogatori di servizi;
- che l'atto aziendale dell'asp di Messina, su indirizzo di delibera di giunta regionale, ha caratterizzato il presidio di Sant'Agata di Militello oltre che sotto l'aspetto dell'emergenza cardiovascolare, anche come centro Spoke della rete del trauma; nello specifico l'ospedale di Sant'Agata è stato individuato come una dei due ospedali dell'asp di riferimento per il trattamento della frattura dell'anca entro le 48 ore;
- che il reparto di ortopedia, nonostante sia individuato come struttura complessa con 12 posti letto, ne ha attivi 4 + 2 di DS, senz'altro non sufficienti a soddisfare le richieste di ricovero necessarie per fare fronte al gran numero di utenti affetti da questa patologia, e pertanto sarebbe opportuno che entrasse in funzione a pieno regime; .
- che per migliorare il turnover dei ricoveri e garantire, nello stesso tempo, i DRG con il contenimento della spesa sanitaria, sarebbe opportuno che i servizi relativi all'espletamento dell'attività chirurgica, quali quelli di anestesia, rianimazione e cardiologia, siano prontamente coperti con le unità già previste e mancanti e nello stesso tempo adeguatamente implementate in virtù dell'assunzione di maggiore carico derivante dalla richiesta di prestazioni e servizi a cui è stato deputato l'ospedale di Sant'Agata Militello nell'ambito della rete del trauma e della patologia cerebro-cardio vascolare ;
- che nella nuova rete ospedaliera che dovrà essere vagliata dall' ARS, previo parere obbligatorio della Commissione Sanità e la successiva approvazione dei Ministeri della Salute e dell'Economia, si prevede che venga potenziata l'attività inerente l'emergenza urgenza, con l'istituzione di una struttura complessa di MCAU (medicina chirurgia accettazione ed urgenza) nell'ospedale di Sant'Agata di Militello, sia per l'elevato numero di attività svolte, sia per la complessità delle patologie dell'utenza afferente, con refluenze sulla nuova istituzione anche di servizi specialistici al momento assenti in ospedale;
- che è auspicabile che il punto nascita del nosocomio santagatese, attualmente a rischio chiusura per motivi legati al numero di parti inferiore a 500 ed alla sicurezza, possa continuare a svolgere la sua attività, chiedendone la deroga in funzione dei nuovi nati residenti nel territorio dei distretti di Sant'Agata di Militello e Mistretta (oltre 700 nati annualmente) ed in considerazione anche dell'importante calo della popolazione, che è un dato nazionale che dovrebbe fare rivedere, al ribasso, la soglia al di sotto della quale i punti nascita dovrebbero essere chiusi;
- che già erano stati richiesti ed accordati nella bozza di rete ospedaliera dal precedente governo regionale n. 2 posti di terapia intensiva cardiologica e n. 2 posti di terapia sub intensiva di rianimazione a supporto delle attività chirurgiche operatorie dell'ospedale,
- che è auspicabile che vengano mantenute tutte le strutture complesse operanti al momento nell'Ospedale di Sant'Agata e non previste nel piano sanitario approvato dalla Giunta regionale e confermare all'Ars previo passaggio in Commissione sanità .

Tanto premesso e considerato, gli scriventi consiglieri INTERROGANO IL SINDACO per conoscere:
- quali sono stati gli atti posti in essere ed inviati all'ARS da questa amministrazione al fine di salvaguardare il nostro ospedale ed in vista del parere obbligatorio della commissione sanità, preventivo all'approvazione della nuova rete ospedaliera da parte dell'ARS;
- se si ritiene che le criticità di cui sopra possano essere prese in considerazione per farle proprie e richiederne istanza di accoglimento agli organi competenti.

Si chiede risposta orale ed iscrizione al primo Consiglio

INTERROGAZIONE CONSILIARE  Oggetto: Interventi di derattizzazione e disinfestazione.

Premesso - Che l'aumento della temperatura crea le condizioni ottimali per lo sviluppo di microrganismi, di vari insetti nocivi e la proliferazione di topi pericolosi per la salute dei cittadini ;

- Che molti cittadini hanno lamentato la presenza di topi, blatte ed insetti vari in diverse zone della città; addirittura sono stati avvistati dei ratti anche all'interno del nosocomio santagatese;

- che lo stesso ufficio tecnico, da un sopralluogo effettuato nelle scorse settimane sulle spiagge libere, ha riscontrato la presenza di parassiti;

- che, di norma, con l'arrivo della bella stagione, la precedente amministrazione programmava in tempo utile l'intervento di disinfestazione e derattizzazione su tutto il territorio comunale;

- che tale servizio, peraltro, è inserito nell'ambito dell'appalto con la ditta che gestisce il servizio ambientale, per cui non necessita di alcuna copertura finanziaria;

CONSIDERATO CHE - la mancata effettuazione degli interventi di derattizzazione e disinfestazione rappresenta un serio pericolo per la salute dei cittadini e per l'igiene pubblica;

- la presenza di topi, blatte ed insetti vari su tutto il territorio comunale determina anche uno stato di degrado che nuoce all'immagine ed al decoro della città;

RITENUTO OPPORTUNO intervenire con estrema urgenza a tutela della salute e della incolumità fisica dei cittadini;

Tanto premesso, gli scriventi consiglieri

INTERROGANO IL SINDACO per sapere:

- per quali motivi, ad oggi, pur trovandoci già a luglio inoltrato, non è stato ancora eseguito il servizio di derattizzazione e disinfestazione del paese, malgrado lo stesso sia ricompreso nell'ambito dell'appalto con la ditta che gestisce il servizio ambientale, e, dunque, non necessita di copertura finanziaria;

- se sono stati programmati, e con quali modalità e tempistiche, interventi di derattizzazione e disinfestazione del paese.

Si chiede risposta orale ed iscrizione al primo Consiglio Comunale utile.

 

 





e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Caronte 
    
 

giurimed

 
 
      
 
 
 
 
 
LCmobili
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Banner_9x5.jpg
OPTICAL
      PM_Mediazione.jpg  
 
 
 
 
 
 

giurimed.jpg

Joomla Templates by Joomlashack