Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Politica Sant'Agata. Intervista a Giuseppe Puleo
    InterPuleoIl consigliere del Partito democratico,...(86)
  2. Sant'Agata, opposizione propone trasferimento mercato
    Consiglieri SantI consiglieri comunali Carmelo Sottile,...(54)
  3. Bio Distretto dei Nebrodi, martedì assemblea generale
    Si terrà martedì 19 Marzo alle ore 17.00,...(14)
  4. Donazione degli organi, è polemica a Messina
    donarevitaNei giorni scorsi la dottoressa Bruna Piazza,...(116)
  5. Parco dei Nebrodi, costituita l’associazione Nebrodi Outdoor
    aderenti nebrodi outdoorCostituita ufficialmente l’Associazione...(16)
  6. Legalità ambientale, giornata di festa a Troina
    la gallaVivere nel Suolo: questo il fil rouge di un...(35)
  7. Frana di Contrada Oliva, interrogazione dell'Opposizione
    Consiglieri SantAgataSANT'AGATA MILITELLO - Il gruppo consiliare di...(32)
Capitaneria di Porto, conclusa Operazione Confine illegale
Mercoledì 02 Gennaio 2019 15:57

Foto 2 2 gennaioFoto 1 2 gewnnaioNell'ambito dell' operazione complessa nazionale denominata "Confine Illegale", sono stati effettuati molteplici controlli nel territorio di propria giurisdizione marittima, il cui obiettivo preminente ha rappresentato la necessità di garantire, in pieno raccordo con le vigenti normative comunitarie e nazionali, la conservazione e lo sfruttamento delle risorse ittiche in funzione dei fattori legati alla sostenibilità economica, sociale ed ambientale.

La campagna, la cui attività è peraltro già iniziata lo scorso mese di novembre, ha visto impegnati pressantemente gli uomini e le donne dell'intero Ufficio Circondariale Marittimo – Guardia Costiera - di Sant'Agata Militello, nell'effettuazione di diversificati e capillari controlli, in mare ed a terra, dell'intera filiera commerciale dei prodotti della pesca, ha portato all'elevazione di numerose sanzioni amministrative per un totale pari a euro 10.000, ed al sequestro di circa kg. 100 di prodotto ittico.
Le violazioni alle norme accertate dai militari operanti sono da ricondursi in larga misura a prodotti ittici rinvenuti, in sede di controllo, privi delle necessarie informazioni obbligatorie, in violazione pertanto della specifica normativa comunitaria e nazionale - posta a tutela del consumatore finale - vigente in materia di etichettatura e tracciabilità di tali prodotti. Ricordiamo difatti che, anche in funzione del principio di trasparenza della filiera alimentare e di tutela della salute pubblica, ogni stock di prodotto ittico catturato e derivante dal c omparto della pesca e dell'acquacoltura , deve obbligatoriamente essere rintracciabile in tutte le varie fasi della produzione, dalla trasformazione alla distribuzione, fino in ultimo alla vendita al dettaglio, in cui deve essere assicurata la presenza delle informazioni obbligatorie riguardanti le zone e le modalità di cattura e/o raccolta di ogni singola specie.
Nell'ambito di tale operazione è stata predisposta una specifica attività effettuata congiuntamente al personale appartenente al locale distaccamento di Polizia Stradale, attraverso la quale si è proceduto all' intensificazione dei controlli su strada dei veicoli destinati al trasporto di alimenti, conseguendo anche su questo fronte, significativi risultati. Nel caso specifico, è stato intercettato un furgone frigo con a bordo uno stock di oltre kg. 50 di prodotti ittici trasportati in cattivo stato di conservazione, il cui conducente del veicolo, in violazione dell'articolo 5 lett. B della Legge 283/62, è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria ed il prodotto sequestrato, previa ispezione sanitaria a cura del personale veterinario del Servizio Igiene Alimenti di Origine Animale dell'ASP di Messina, che ne ha accertato la non idoneità al consumo umano, è stato destinato alla distruzione.
Tali risultati rappresentano, ancora una volta, lo sforzo profuso quotidianamente nell'assolvimento della funzione di controllo del settore della pesca, affidato al Corpo delle Capitanerie di porto dal competente Dicastero delle Politiche Agricole Alimentari e del Turismo, al fine di contrastare con efficacia quelle fattispecie non consentite che comportano un danno agli operatori del settore, sostenendo al contempo il comparto della pesca, a tutela inoltre dei consumatori finali, a cui deve essere sempre garantito l'acquisto di prodotti sicuri, certificati e di qualità.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack