Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Scuolabus guasti, interrogazione minoranza
    Sant'Agata Militello - Alla vigilia...(40)
  2. Istituito il Parco archeologico di Tindari
    tindariIl Presidente della Regione, Nello Musumeci,...(174)
  3. Giunte comunali, aumenta il numero di assessori
    Immagine Pellegrino AssenzaVia libera dell’ARS alla nuova composizione...(188)
  4. Sant'Agata, commissariato di polizia: mozione della minoranza
    logo PsI consiglieri di opposizione al Comune...(171)
  5. Politica Sant'Agata. Intervista a Giuseppe Puleo
    InterPuleoIl consigliere del Partito democratico,...(264)
  6. Sant'Agata, opposizione propone trasferimento mercato
    Consiglieri SantI consiglieri comunali Carmelo Sottile,...(184)
  7. Bio Distretto dei Nebrodi, martedì assemblea generale
    Si terrà martedì 19 Marzo alle ore 17.00,...(133)
Rischio chiusura ospedale Sant'Agata, minoranza scrive al sindaco
Sabato 30 Marzo 2019 07:49

Minoranza SantAgataI consiglieri di opposizione chiedono a Mancuso "di comunicare pubblicamente come intende attivarsi concretamente per scongiurare il depotenziamento dell’ospedale e se ha provveduto o ha intenzione di dare mandato ad un legale per impugnare il Decreto dell’Assessorato alla Salute per difendere in giudizio le ragioni del nostro nosocomio

Al Sindaco Dott. Mancuso

Oggetto: Depotenziamento e rischio chiusura “punto nascite” dell’ospedale di Sant’Agata di Militello a seguito al Decreto dell’Assessorato della Salute 11 gennaio 2019: Adeguamento della rete ospedaliera al D.M. 2 Aprile 2015, n. 70.

I sottoscritti consiglieri comunali, esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni connesse all’espletamento del mandato amministrativo, formulano la presente per rappresentare e chiedere quanto segue,

PREMESSO

- che in data 08.02.2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia, il Decreto dell’Assessorato alla Salute dell’11.01.2019 avente ad oggetto “Adeguamento della rete ospedaliera al D.M. 2 Aprile 2015, n. 70”;

- che, per effetto del suindicato decreto, il riordino della rete sanitaria, così come approvato dalla Giunta Regionale, penalizzerebbe notevolmente il nosocomio di Sant’Agata di Militello e, conseguentemente, la sanità dell’intero hinterland nebroideo, in quanto sono previsti meno posti letto, meno strutture complesse di importanti servizi (ostetricia, ginecologia e chirurgia generale) che sono fondamentali per un ospedale degno di tale nome, oltre la chiusura del punto nascite;

- che il piano sanitario in questione non tiene conto, in realtà, delle linee guida del decreto Balduzzi, e sacrificherebbe, dunque, un ospedale di primo livello, con potenzialità enormi, che abbraccia un’utenza di oltre 100 mila abitanti; al contrario, una istruttoria attenta, oculata e legittima, in ossequio al combinato disposto degli artt. 32 e 97della Costituzione, di certo non avrebbe potuto decretare questo declino irreversibile dell’ospedale santagatese, anche in ossequio all’atto stragiudiziale posto in essere dalla precedente amministrazione ed alla partecipazione al procedimento da parte del Distretto Sanitario, completamente disattesi;

- che l’unica azione, ad oggi, ancora percorribile in difesa del nosocomio santagatese, sarebbe quella di impugnare la rete ospedaliera, proponendo ricorso al Tar entro il termine di 60 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, per chiedere l’annullamento del Decreto Assessoriale nella parte in cui è previsto il depotenziamento dell’ospedale medesimo, ed il Comune di Sant’Agata, quale Ente esponenziale e Comune capofila del Distretto sociosanitario, è senz’altro legittimato all’impugnazionein parola;

- che in occasione del Consiglio Comunale aperto tenutosi in data 21/02/2019 sulle problematiche dell’Ospedale di S.Agata era stato preso l’impegno di fare quanto possibile, anche congiuntamente, a porre rimedio agli effetti negativi del Decreto per la città;

- che, a tutt’oggi, non si hanno notizie di quale determinazioni l’attuale amministrazione abbia preso in merito, nonostante l’imminente scadenza del termine utile per impugnare il Decreto al Tar;

Tutto ciò premesso, si

CHIEDE al Sindaco

1) Di comunicare pubblicamente come intende attivarsi concretamente per scongiurare il depotenziamento dell’ospedale di Sant’Agata di Militello;

2) Se ha provveduto o ha intenzione di dare mandato ad un legale per impugnare il Decreto dell’Assessorato alla Salute dell’11.01.2019 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia dell’8.02.2019) al fine di difendere in giudizio le ragioni del nostro nosocomio, ed eventualmente con quale tempistica prevede di attivarsi in tal senso, considerato che il 09 aprile 2019 è il termine ultimo per proporre impugnazione, anche al fine di dare la possibilità ai cittadini, in mancanza di un’impugnazione da parte del Comune, soggetto in primis Legittimato, possano attivarsi opportunamente.

S.agata Militello 27/03/2019

CARMELO SOTTILE

MELINDA RECUPERO

NUNZIATINA STARVAGGI

MONICA BRANCATELLI

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack