Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. San Marco d'Alunzio, stabilizzati 25 impiegati precari
    IMG 7890 04 11 19 12 27Dopo trent’anni di precariato, a San Marco...(23)
  2. Riaprire il tribunale di Sant'Agata, mozione della minoranza
    tribunI consiglieri comunali di opposizione,...(20)
  3. Loculi cimiteriali, interrogazione della minoranza
    Sant'Agata Militello. L'opposizione ne...(28)
  4. Scuolabus guasti, interrogazione minoranza
    Sant'Agata Militello - Alla vigilia...(53)
  5. Istituito il Parco archeologico di Tindari
    tindariIl Presidente della Regione, Nello Musumeci,...(191)
  6. Giunte comunali, aumenta il numero di assessori
    Immagine Pellegrino AssenzaVia libera dell’ARS alla nuova composizione...(203)
  7. Sant'Agata, commissariato di polizia: mozione della minoranza
    logo PsI consiglieri di opposizione al Comune...(188)
Atleta down conquista cintura nera Karate
Mercoledì 04 Settembre 2019 07:07

santi2santi3pedala3Santi Muni, “Santino” per tutti gli amici, classe 1991, è il primo atleta con Sindrome di Down a conquistare la cintura nera nella disciplina del Karate. L’importante traguardo, unico in Sicilia, il 28enne atleta di Patti lo ha raggiunto, alcuni giorni fa ad Acquedolci nei locali del Palazzetto Comunale dove si sono riuniti tutti gli iscritti del Gruppo SKASCOT (Scuola Karate Shotokan Costa Tirrenica), diretto dal Maestro Biagio Pedalà.

Alla manifestazione sportiva erano presenti una settantina di atleti della palestre di Acquedolci, Sant’Agata Militello, Tortorici, Patti, Santo Stefano Camastra che, ognuno per il proprio grado, ha sostenuto l’esame per il passaggio di cintura.

Il momento più emozionante però per il numeroso pubblico presente al Palazzetto Acquedolcese e che ha sottolineato con scroscianti applausi tutta la prova, è stato quando Santi Muni è salito sul tappeto per sostenere il proprio esame. Assistito dal suo Maestro che lo allena da 20 anni e da alcuni giovani che lo seguono durante gli allenamenti in Palestra Santino si è esibito in un “kata” (combattimento figurato) nel “Kumite” (simulazione di un combattimento con vari avversari) e in una sequenza di posizioni dell’arte marziale per eccellenza. Al termine della prova, il Maestro Pedalà gli ha consegnato il diploma e la Cintura nera. “Ho coronato il sogno mio e credo di ogni karateka – ha detto emozionato Santino , che ha dedicato il suo successo alla mamma Nunziata Buemi che lo ha sempre incoraggiato e sostenuto; ai suoi maestri: Giuseppe e Salvatore Piccione della Palestra che frequenta da 20 anni, la Asd Scuola Karate Patti, ed ai colleghi che durante i suoi allenamenti lo aiutano con straordinario entusiasmo.

“Santino – afferma orgoglioso il Maestro Giuseppe Piccione – ha cominciato a frequentare la palestra quando aveva poco più di 8 anni. Sempre presente agli allenamenti si è, fin da subito, impegnato con entusiasmo. Dopo un percorso sportivo lungo più di 20 anni, il riconoscimento che gli è stato attribuito gli consentirà di presentarsi ai prossimi esami Fijlkam per ottenere la ratifica del grado raggiunto dall’unica Federazione di Arti Marziali riconosciuta dal Coni”.

“Sono soddisfatto del risultato ottenuto da Santino – aggiunge il Maestro Biagio Pedalà – che da oggi è il primo atleta che conquista la cintura nera, sicuramente in Sicilia ma è probabile in tutt’Italia e che rappresenta il giusto riconoscimento alla sua passione, alla caparbietà con cui segue gli allenamenti. In tutti questi anni ogni volta che sono andato nella palestra del suo insegnante, il maestro Piccione, per guidare stages, corsi di aggiornamento o anche semplici visite di cortesia, Santino è stato sempre in prima fila e nonostante le sue ovvie difficoltà ha seguito con profitto le lezioni” .

"Santino che ha frequentato con profitto il Liceo Classico di Patti - afferma la mamma, docente in pensione e che lo segue costantemente - oltre al karate che occupa il primo posto tra le sue passioni, coltiva anche altri interessi: suona la chitarra, fa lunghe passeggiate ed ha tantissimi amici che gli vogliono bene. In casa si rende utile occupandosi di piccole incombenze quotidiane come fare la spesa. Tutte le mattine esce e si ferma al bar con un suo zio con il quale fa colazione e si intrattiene con lunghe chiacchierate".

Quella di fine luglio nel Palazzetto di Acquedolci è stata, come ogni anno, la manifestazione di chiusura dei corsi annuali delle varie palestre che aderiscono al Gruppo Skaskot e guidate dai maestri: Piccione, De Grazia, Zingales. e da numerosi validi istruttori cresciuti nelle stesse palestre. "Tutti gli atleti partecipanti - conclude il Maestro Biagio Pedalà - hanno superato brillantemente gli esami ed approdato alle cinture superiori. Segno inequivocabile di impegno e sacrificio e di una ottima preparazione sia atletica che nelle varie tecniche del Karate. Adesso, per tutti, un mese di riposo e, da settembre, si ricomincia con i duri allenamenti in palestra in prospettiva di nuovi prestigiosi traguardi"

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack