Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Sviluppo dei Nebrodi, oggi conferenza stampa a Sant'Agata
    486e630c-a939-468a-847a-c8959abc9ac9Prodotti tipici, tra artigianato, vedi le...(12)
  2. Manifestazioni a Sant'Agata, interrogazione della minoranza
    sottile-carmelo-puleo-giuseppe-recupero-melinda-starvaggi-nunziatina-brancatelli-monica416316696690396154I consiglieri di opposizione intervengono...(10)
  3. Sant'Agata, 10 ed 11 novembre "Le notti di San Martino"
    Locandina Notti di San MartinoIl centro cittadino di Sant'Agata Militello...(21)
  4. Sicilia, il più grande evento equestre del Sud Italia arriverà nel 2019
    Musumeci e cavalloSi terrà dal 10 al 12 maggio 2019 a Militello...(31)
  5. Aree demaniali Sant'Agata, interrogazione della minoranza
    Ritardi nella definizione dell'accordo tra...(14)
  6. Istituzioni europee a confronto nel Parco dei Nebrodi
    il gruppo a fine escursione presso grotta san teodoroUna giornata ricca di spunti interessanti,...(22)
  7. Processo Gamma Interferone, il Parco parte civile
    gianluca ferlitoIl Parco dei Nebrodi si costituisce parte...(20)
Messina, pregiudicato in carcere per violazione domiciliari
Domenica 13 Maggio 2018 16:33

Servizi Nucleo Radiomobile di MessinaI carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno arrestato e condotto in carcere su disposizione della Corte d'Appello, Domenico Musolino, 38 anni. L'uomo, sottoposto agli arresti domiciliari per rapina, si era reso protagonista, nella sera del 28 aprile scorso, di evasione.

Quella notte Musolino veniva sorpreso da una pattuglia del Nucleo Radiomobile mentre viaggiava a bordo di una auto che abbandonava per sottrarsi al controllo, fuggendo a piedi. Da quel momento rendeva irreperibile non facendo più rientro presso la propria abitazione di Villaggio Aldisio, ove doveva scontare gli arresti domiciliari per il reato di rapina. Da quel momento i Carabinieri, avevano avviato serrate ed ininterrotte ricerche, diventate via via più intense con il passare del tempo, facendo stringere sempre di più il cerchio intorno all'uomo. La sua fotografia era a bordo di ogni auto in servizio di pattuglia, mirati posti di controllo venivano predisposti nelle zone e sugli itinerari che si pensava potessero essere battuti, ma soprattutto sono stati eseguiti numerosi servizi di osservazione e pedinamento nei pressi delle abitazioni dei suoi familiari e di tutte le persone in qualsiasi modo riconducibili a lui. E' stato così che i militari del Arma lo avevano individuato poi il 02 maggio mentre effettuava uno spostamento a piedi, bloccandolo e dichiarandolo in arresto. Giudicato con rito direttissimo, nella giornata del 03 maggio, era stato nuovamente collocato agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. La Corte d'Appello, l'11 maggio si è pronunciata sull'istanza di aggravamento della misura cautelare avanzata dal Procuratore Generale nei confronti dell'uomo che, con la sua condotta non aveva rispettato gli obblighi imposti ed ha disposto, alla luce delle gravi violazioni, la sostituzione della misura cautelare domiciliare con la carcerazione presso la casa circondariale di Messina.

e-max.it: your social media marketing partner
 

NEBROS TV

 Per guardare i video cliccare sull'immagine del logo

NebroTv Logo

 

 

 

Pubblicità Commerciale

Lc_Mobili_poster_6x3-1.jpg
 
 
 
giurimed 
 
 
 
      
 
 
 
 
 
LCmobili
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Banner_9x5.jpg
 
 
 
 
 
 
 
 
 
OPTICAL
 
 
 
 
 
 
 
 
PM_Mediazione.jpg 
 
Joomla Templates by Joomlashack