Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Niente stipendi ai comunali, interrogazione della minoranza
    SANT'AGATA. Preoccupazione dei dipendenti che...(23)
  2. Disagi strade innevate, Gal Nebrodi sollecita Regione ed Anas
    calanna13SAN FRATELLO - "L'assessore regionale alle...(18)
  3. Raccolta rifiuti, il sindaco incontra amministratori di condomini
    incontro amministratori condominio2Sant'Agata. Ancora un passo nella capillare...(20)
  4. Letizia Passarello nominata assessore al Comune di Floresta
    Foto Letizia PassarelloSi occuperà di Cultura, Sport e Turismo, ed...(50)
  5. Attivare servizio notturno elisuperficie, mozione della minoranza
    1-elisuperficie-elisoccorso-1Sant'Agata Militello - Il gruppo di...(27)
  6. Sant'Agata, presentato il Gruppo Giorgio La Pira
    Nino Giordano Giuseppe CracòPer guardare il vido Cicca su Leggi Tutto....(23)
  7. Complesso Piraino Mare, minoranza denuncia ritardi negli interventi
    Il Gruppo consiliare Giovane e Solidale: tra...(36)
Messina, pregiudicato in carcere per violazione domiciliari
Domenica 13 Maggio 2018 16:33

Servizi Nucleo Radiomobile di MessinaI carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno arrestato e condotto in carcere su disposizione della Corte d'Appello, Domenico Musolino, 38 anni. L'uomo, sottoposto agli arresti domiciliari per rapina, si era reso protagonista, nella sera del 28 aprile scorso, di evasione.

Quella notte Musolino veniva sorpreso da una pattuglia del Nucleo Radiomobile mentre viaggiava a bordo di una auto che abbandonava per sottrarsi al controllo, fuggendo a piedi. Da quel momento rendeva irreperibile non facendo più rientro presso la propria abitazione di Villaggio Aldisio, ove doveva scontare gli arresti domiciliari per il reato di rapina. Da quel momento i Carabinieri, avevano avviato serrate ed ininterrotte ricerche, diventate via via più intense con il passare del tempo, facendo stringere sempre di più il cerchio intorno all'uomo. La sua fotografia era a bordo di ogni auto in servizio di pattuglia, mirati posti di controllo venivano predisposti nelle zone e sugli itinerari che si pensava potessero essere battuti, ma soprattutto sono stati eseguiti numerosi servizi di osservazione e pedinamento nei pressi delle abitazioni dei suoi familiari e di tutte le persone in qualsiasi modo riconducibili a lui. E' stato così che i militari del Arma lo avevano individuato poi il 02 maggio mentre effettuava uno spostamento a piedi, bloccandolo e dichiarandolo in arresto. Giudicato con rito direttissimo, nella giornata del 03 maggio, era stato nuovamente collocato agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. La Corte d'Appello, l'11 maggio si è pronunciata sull'istanza di aggravamento della misura cautelare avanzata dal Procuratore Generale nei confronti dell'uomo che, con la sua condotta non aveva rispettato gli obblighi imposti ed ha disposto, alla luce delle gravi violazioni, la sostituzione della misura cautelare domiciliare con la carcerazione presso la casa circondariale di Messina.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack