Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Niente stipendi ai comunali, interrogazione della minoranza
    SANT'AGATA. Preoccupazione dei dipendenti che...(23)
  2. Disagi strade innevate, Gal Nebrodi sollecita Regione ed Anas
    calanna13SAN FRATELLO - "L'assessore regionale alle...(18)
  3. Raccolta rifiuti, il sindaco incontra amministratori di condomini
    incontro amministratori condominio2Sant'Agata. Ancora un passo nella capillare...(20)
  4. Letizia Passarello nominata assessore al Comune di Floresta
    Foto Letizia PassarelloSi occuperà di Cultura, Sport e Turismo, ed...(51)
  5. Attivare servizio notturno elisuperficie, mozione della minoranza
    1-elisuperficie-elisoccorso-1Sant'Agata Militello - Il gruppo di...(27)
  6. Sant'Agata, presentato il Gruppo Giorgio La Pira
    Nino Giordano Giuseppe CracòPer guardare il vido Cicca su Leggi Tutto....(23)
  7. Complesso Piraino Mare, minoranza denuncia ritardi negli interventi
    Il Gruppo consiliare Giovane e Solidale: tra...(36)
Cesarò, sequestrati beni per 300 mila euro a "Turi" Catania
Venerdì 29 Giugno 2018 08:53

FOTO Sequestri CESAROL'uomo, attualmente detenuto nel carcere di Bicocca, è ritenuto elemento di spicco del Clan Ercolano-Santapaola di Catania. Il provvedimento che scarturisce dalle Operazioni Iblis e Nebrodi, è stato eseguito dai carabinieri è della Sezione Misure di prevenzione del tribunale etneo su richiesta della Procura della Direzione Distrettuale Antimafia.

All'alba di oggi, in provincia di Messina e Catania, i Carabinieri della Sezione Anticrimine del Raggruppamento Operativo Speciale di Catania, insieme ai militari della Compagnia Carabinieri di Santo Stefano di Camastra, hanno dato esecuzione ad un "Decreto di sequestro finalizzato alla confisca", emesso dal Tribunale del capoluogo etneo – Sezione Misure di Prevenzione, su richiesta della Procura della Repubblica Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, nei confronti di beni immobili (terreni e fabbricati rurali) riconducibili a CATANIA Salvatore, inteso "Turi", in atto detenuto presso la casa circondariale di Catania-Bicocca, elemento di vertice del clan mafioso operante nell'area territoriale compresa tra i comuni di Bronte, Maniace e Cesarò, saldamente legato ai famiglia di cosa nostra catanese "Santapaola – Ercolano".
Il provvedimento patrimoniale eseguito, scaturisce da due distinte indagini, denominate IBLIS e NEBRODI, condotte dal 2009 al 2017 dai due Reparti operanti. I due filoni d'indagine, uno riguardante il complesso sistema dei contributi comunitari erogati dall'A.G.E.A., e le connesse attività illecite tese a garantirsene la percezione pur senza averne i requisiti, e l'altro inerente gli atti intimidatori e le estorsioni poste in essere dal sodalizio criminale ai danni degli imprenditori della zona, erano giunte a convergenti risultanze nell'acclarare la figura di vertice del CATANIA ed avevano condotto, in data 14 febbraio 2017, all'arresto di CATANIA unitamente ad altri 8 correi, poiché ritenuto promotore del sodalizio e autore di alcune estorsioni aggravate dal metodo mafioso.
Gli accertamenti patrimoniali condotti consentivano di svelare come gran parte delle possidenze riconducibili a CATANIA fossero il frutto di attività illecite e riciclaggio di capitali ed il suo patrimonio immobiliare, colpiti dal provvedimento ablativo, ammonta al valore complessivo di €300.000,00.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack