Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Istituito il Parco archeologico di Tindari
    tindariIl Presidente della Regione, Nello Musumeci,...(101)
  2. Giunte comunali, aumenta il numero di assessori
    Immagine Pellegrino AssenzaVia libera dell’ARS alla nuova composizione...(107)
  3. Sant'Agata, commissariato di polizia: mozione della minoranza
    logo PsI consiglieri di opposizione al Comune...(95)
  4. Politica Sant'Agata. Intervista a Giuseppe Puleo
    InterPuleoIl consigliere del Partito democratico,...(205)
  5. Sant'Agata, opposizione propone trasferimento mercato
    Consiglieri SantI consiglieri comunali Carmelo Sottile,...(134)
  6. Bio Distretto dei Nebrodi, martedì assemblea generale
    Si terrà martedì 19 Marzo alle ore 17.00,...(84)
  7. Donazione degli organi, è polemica a Messina
    donarevitaNei giorni scorsi la dottoressa Bruna Piazza,...(207)
Carabinieri arresti, denunce ed area sequestrata nel Messinese
Lunedì 20 Maggio 2019 07:56

CC Falcone sequestro area abusivaIntensa attività dei carabinieri delle Compagnie dipendenti dal Comando provinciale che hanno arrestato diverse persone, denunciato due giovani minorenni e sequestrato un'area di proprietà comunale ma  utilizzata come deposito di autoveicoli.

Residuo pena, un arresto a Barcellona

I carabinieri di Barcellona hanno arrestato C.F.M., di 18 anni ritenuto responsabile di tentata rapina in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane che deve scontare una pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione, su ordine di carcerazione della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Messina – Ufficio Esecuzioni Penali. I fatti risalgono al 2015 quando il giovane era ancora minorenne. La sera del 10 novembre i carabinieri di Merì, lo sorprese all'interno del Comune mentre, insieme ad un maggiorenne, trafugava vari prodotti da distributori automatici collocati all'interno della Casa comunale. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso l' Istituto per minori di Acireale.

Villafranca, sorpresi a rubare: due arresti ed un minore denunciato

I Carabinieri della Stazione di Villafranca Tirrena, hanno arrestato due giovani e denunciato un minore in stato di libertà, tutti ritenuti responsabili di tentato furto aggravato in un capannone. I Militari dell’Arma, a seguito di una segnalazione ricevuta da un privato cittadino che riferiva di aver notato alcune persone entrare, con fare sospetto, in un capannone della via Marina di Villafranca Tirrena, si recavano nel luogo segnalato sorprendendo tre giovani all’interno di un capannone dismesso intenti a rubare del rame dall’impianto elettrico. Sul posto, infatti, sono stati rinvenuti diverse decine di metri di rame accatastati, pronti per essere asportati. I tre giovani, che avevano tentato di darsi alla fuga, sono stati bloccati e due di loro, un 23enne ed un 33enne del posto, sono stati arrestati in quanto responsabili di tentato furto aggravato. Il terzo, un minore 17enne, invece, è stato denunciato in stato di libertà alla competente Procura dei Minori di Messina, per il medesimo reato. Il giudice ha convalido i due arresti e disposto la remissione in libertà.

Patti, arrestato ed accompagnato in comunità giovane pusher

I carabinieri di Patti hanno arrestato un giovane del luogo, in esecuzione di ordinanza applicativa della misura cautelare del collocamento in comunità, emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di Messina poiché ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, con l’aggravante della cessione destinata a minori. Le indagini che hanno condotto al provvedimento cautelare sono state avviate dai militari della Stazione Carabinieri di Patti che, nel mese di dicembre del 2018, avevano deferito in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica il giovane poiché sorpreso, nei pressi di un istituto scolastico della zona, in possesso di 8 grammi di hashish, già frazionato e corrispondente a circa 44 dosi medie singole. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso un Comunità del capoluogo peloritano.

Falcone, sequestrata area adibita a deposito veicoli

I Carabinieri della Stazione di Falcone hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Patti su richiesta del Sostituto Procuratore della locale Procura della Repubblica, dott.ssa Alice Parialò, nei confronti di un 36enne del luogo, ritenuto responsabile di occupazione abusiva di area comunale. Il provvedimento scaturisce dall’attività investigativa svolta dal febbraio 2019 dai Carabinieri della Stazione di Falcone, che ha permesso di accertare come l’uomo aveva abusivamente occupato un’area di 700 mq, sita nella frazione Belvedere e di proprietà del Comune di Falcone, utilizzandola quale deposito di veicoli e di altra attrezzatura. Sullo stesso terreno l’uomo aveva inoltre realizzato un manufatto in legno, anch’esso risultato abusivo. L’area sottoposta a sequestro è stata affidata al Comandante della Polizia Municipale del Comune di Falcone, in qualità di rappresentante dell’Ente locale proprietario.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack