Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Istituito il Parco archeologico di Tindari
    tindariIl Presidente della Regione, Nello Musumeci,...(126)
  2. Giunte comunali, aumenta il numero di assessori
    Immagine Pellegrino AssenzaVia libera dell’ARS alla nuova composizione...(135)
  3. Sant'Agata, commissariato di polizia: mozione della minoranza
    logo PsI consiglieri di opposizione al Comune...(123)
  4. Politica Sant'Agata. Intervista a Giuseppe Puleo
    InterPuleoIl consigliere del Partito democratico,...(222)
  5. Sant'Agata, opposizione propone trasferimento mercato
    Consiglieri SantI consiglieri comunali Carmelo Sottile,...(154)
  6. Bio Distretto dei Nebrodi, martedì assemblea generale
    Si terrà martedì 19 Marzo alle ore 17.00,...(102)
  7. Donazione degli organi, è polemica a Messina
    donarevitaNei giorni scorsi la dottoressa Bruna Piazza,...(233)
Fondazione Piccolo, nuovo comitato scientifico
Giovedì 05 Dicembre 2013 12:32

CAPO D'ORLANDO - Solo la sala è la stessa, la solita adibita dalla Fondazione Piccolo in occasione delle conferenze stampa. Tante le notizie da annotare presentate dal neo presidente Giuseppe Benedetto, seduto al capo del tavolo attorno al quale un discreto numero di giornalisti, superiore alle testate rappresentate, ne prendeva nota. In foto, Vanni Ronsisvalle.

di Linda Liotta

 

Mariel Piccolo di Calanovella è seduta alla destra del Presidente della Fondazione, Giuseppe Benedetto, al tavolo allestito per accogliere amici, giornalisti e potenziali sostenitori della Fondazione Famiglia Piccolo. L'avvocato Benedetto è accompagnato dai consiglieri Alberto Samonà e Andrea Pruiti, e con estrema competenza giuridico-amministrativa delinea ai presenti lo 'status quo' dell'ente e i programmi che il consiglio d'amministrazione, coadiuvato dal comitato scientifico, hanno in serbo per far rifiorire le sorti della villa e non solo di essa. In evidenza spiccano i nominativi del comitato scientifico. Un team di saggi, possessori di risposte e certezza, che, a loro dire, saprà inventarsi una strategia contro la crisi per promuovere l'offerta culturale della fondazione, ovviamente dopo essere stata destinataria di finanziamenti regionali, provinciali e comunali. Il sindaco palatino, Enzo Sindoni, ha già fatto la sua parte elargendo un contributo di 40.000,00 euro, come promesso un mese fa. Con la Provincia, invece, viste le precarie condizioni per rischio soppressione, i rapporti sono di cordialità, nell'attesa di ricevere qualche ricompensa a fronte dell'ospitalità da sempre offerta dalla fondazione all'ente. Per quanto riguarda i finanziamenti richiesti alla Regione, sembra che Villa Piccolo sia posizionata al secondo posto nella graduatoria utile per usufruirne, in quanto è una delle quattro fondazioni siciliane avente diritto. Insomma, conti alla mano, la fondazione ce la farà a non soccombere per la contentezza di tutti noi.

La finalità della conferenza era anche quella di presentare l’iniziativa natalizia “Auguri a Villa Piccolo” prevista per domenica 22 dicembre, nell'ambito della quale si presenteranno i componenti del comitato scientifico, presieduto dallo scrittore e giornalista Vanni Ronsisvalle. Durante la manifestazione, sarà proiettata la versione restaurata in digitale de “Il favoloso quotidiano”, la storica intervista Rai, che il giornalista Vanni Ronsisvalle fece a Lucio Piccolo nel 1967. Il Comitato scientifico coadiuverà il Consiglio d’amministrazione nella elaborazione dei progetti culturali di Villa Piccolo. Ronsisvalle è stato eletto dal Cda della Fondazione, presieduto da Giuseppe Benedetto. Insieme a lui, gli altri componenti del nuovo Comitato Scientifico sono Sandro Consolato, Anna Maria Corradini, Antonio Di Lorenzo, Salvatore Savoia, Lorenzo Zichichi e Franco Valenti, unico orlandino. Franco Valenti, ingegnere di professione, esperto biografico di Lucio Piccolo e di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, ha al suo attivo diverse pubblicazioni scientifiche e a carattere artistico.

Poche righe le vorrei dedicare alla deliziosa Mariel. Ho avuto poche occasioni per accostarmi a lei e molto poco la conosco. E' una studentessa, una giovane d'oggi, come tale piena di speranze e sogni. A volte malinconica ed assorta nei suoi pensieri, che speriamo siano lieti, non turbati da questioni amministrative troppo complesse per i grandi, figuriamoci per lei. Le auguriamo di contribuire, con la sua personalità ed il bagaglio della sua storia familiare, ad avvicinare realmente la comunità di Capo d'Orlando, caratterizzata dalla vivacità della gente, ad una Fondazione per troppo tempo goduta da pochi. Se è vero che la Fondazione è cuore di fermento culturale ed è parte integrante della storia di Capo d'Orlando, allora, al di là dei contributi economici, giustamente ricevuti, forse è giunto il tempo che si spalanchino i battenti perchè tutti possano godere dei suoi tesori.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack