Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Politica Sant'Agata. Intervista a Giuseppe Puleo
    InterPuleoIl consigliere del Partito democratico,...(86)
  2. Sant'Agata, opposizione propone trasferimento mercato
    Consiglieri SantI consiglieri comunali Carmelo Sottile,...(54)
  3. Bio Distretto dei Nebrodi, martedì assemblea generale
    Si terrà martedì 19 Marzo alle ore 17.00,...(14)
  4. Donazione degli organi, è polemica a Messina
    donarevitaNei giorni scorsi la dottoressa Bruna Piazza,...(116)
  5. Parco dei Nebrodi, costituita l’associazione Nebrodi Outdoor
    aderenti nebrodi outdoorCostituita ufficialmente l’Associazione...(16)
  6. Legalità ambientale, giornata di festa a Troina
    la gallaVivere nel Suolo: questo il fil rouge di un...(35)
  7. Frana di Contrada Oliva, interrogazione dell'Opposizione
    Consiglieri SantAgataSANT'AGATA MILITELLO - Il gruppo consiliare di...(32)
Milazzo, domenica a QuiNteatro "Vinni a u' munnu"
Venerdì 14 Dicembre 2018 08:07

Vinni a u munnuCon il palcoscenico ancora fumante per il trionfale successo de Il gabbiano Jonathan Livingston, il Teatro Trifiletti si appresta ora ad accogliere un nuovo grande spettacolo. Domenica, alle ore 18.00, per la Stagione quiNteatro diretta dal regista Giuseppe Pollicina e organizzata da Tali Arti di Tania Alioto in collaborazione con il Comune di Milazzo, andrà in scena la pièce dal titolo Vinni a u' munnu diretta da David Mastinu. Protagonista Martina Zuccarello, vincitrice del premio Corteatro 2018. Al suo fianco ci saranno anche Gaspare Di Stefano, Silvia Vallerani e Martina Parisi.
da C.S.


La storia è ambientata nella Palermo dei primi anni '90, avvolta da paura e tensione. La stessa che Rosi, giovane ostetrica e moglie di Pietro, vive quotidianamente ossessionata da incubi ricorrenti. E proprio quando sta per realizzare il sogno di una vita mettendo al mondo sua figlia, un attentato le porta via il marito: Cosa Nostra colpisce ancora e continua a mettere la città in ginocchio. Ma nonostante il dolore, la vita della donna deve andare avanti, per il bene della figlia e per avere giustizia. Dopo due anni, infatti, viene trovato il mandante della strage ma a lei non basta, ha bisogno di andare oltre per avere una risposta al pensiero che la tormenta: chi fu ad indicare il giorno, l'ora e il punto esatto in cui si sarebbe trovato il magistrato scortato dal marito?
Queste le premesse di uno spettacolo denso di forti emozioni, che ancora una volta corrono veloci sulle assi del palcoscenico.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack