Pubblicità Commerciale

marcazzo

 

 

 

 

Banner 9x5

 

 

 

 

rotelli

  1. Complesso Piraino Mare, minoranza denuncia ritardi negli interventi
    Il Gruppo consiliare Giovane e Solidale: tra...(18)
  2. Capo d'Orlando, Linda Liotta "espulsa" dalla lista orlandina.
    teodolindaL'attiva consigliera comunale di Capo...(80)
  3. Bilancio Consorzio Autostrade, una nota dell'assessore Falcone
    marco falcone cas autostradaL'assessore regionale alle Infrastrutture...(34)
  4. Natale a Sant'Agata, il programma delle inziative
    albero e castello gallegoCon l'installazione e l'accensione dell'albero...(40)
  5. Superstrada Patti - San Piero Patti, consegnati i lavori
    Con un documento esprime soddisfazione il...(41)
  6. Capo d'Orlando, convegno su biodiversità a Villa Piccolo
    fas4Ieri, giovedì 29 novembre 2018, si è conclusa,...(38)
  7. Sant'Agata, si riunisce stasera il Consiglio Comunale
    All'ordine del giorno, tra l'altro, mozione...(35)
Un successo la "Prima" della Boheme al Teatro Massimo di Palermo
Martedì 18 Dicembre 2018 17:54

20181215 204022"Quel che si fa bene è sempre nuovo diceva Metastasio: per questa ragione la Boheme, presentata in cartellone al Teatro Massimo di Palermo, merita il grande successo ottenuto per la scelta dei cast e la rigida ortodossia dell'allestimento. L'opera ha debuttato giorno 13 Dicembre alla presenza del Capo dello stato Sergio Mattarella, già presente alla prima assoluta del Teatro alla Scala di Milano, rendendo cosi omaggio alla sua città e al Teatro simbolo indiscusso della stessa.
di Paolo Santoro

Chi scrive ha voluto per scelta essere presente alla replica successiva per ascoltare l' interpretazione del Soprano Roberta Mantegna,astro nascente nel panorama della lirica internazionale al suo primo debutto nella città che le ha dato i natali..appunto Palermo.
FB IMG 1544916423159La Mantegna ha ben saputo essere all altezza del ruolo affidatole MIMI,appunto la protagonista della Boheme.Il Soprano per la sua duttilità. Doti canore,grazia interpretativa ha reso una Mimi nella sua straordinaria tragicità di vita senza scivolare nel patetico.le aspettative del pubblico sono state rispettate oltre misura e gli applausi e le ovazioni hanno dato il riconoscimento meritatissimo alla giovane cantante.
Sin dalla apertura sipario appare chiara la preparazione musicale della cantante che oltre al suo timbro leggero e squillante possiede la "Risonanza" particolare qualita' naturale fenomeno che appare quando la tecnica vocale è corretta e senza forzature.le corde vocali in questa particolarità fanno da risonatori permettendo timbri e colori differenti .come abbiamo già precisato appare molto in ruolo il Soprano per la dolcezza impressa nel recitativo ben rendendo un amore incontrato e mai perduto con il suo amato Rodolfo malgrado i dolori provati nel suo vissuto.
Parigi e la città che fa da cornice alla opera quella Parigi fine '800 della mondanità delle coquettes,delle grandi apparenze aristocratiche e dei poveri artisti romantici che vivevano di fame e sogni appunto Les Bohémienne.
FB IMG 1544916414525Il libretto della opera composta da Puccini fu scritto da Giocosa e Illica prendendo spunti da un romanzo di Henry Murger del 1822 (Scene de vie de boheme).la parola rimanda appunto alla Boemia da cui si pensava arrivassero gli zingari quindi come valore negativo di nullafacenti gaudio senza soldi e flaneurs (perditempo).l equivalente italiano come movimento fu la Scapigliatura Milanese... artisti pittori..modelle..invisi alla borghesia.
Bella e ben espressa l aria "che gelida manina" che Rodolfo canta al primo incontro con Mimi ..come anche il valzer di Musette momenti portanti e significativi dell 'opera. Ottimo l impianto musicale reso da Puccini nella sua opera che debutta al Regio di Torino sotto la direzione del giovanissimo Toscanini.
Grande rilievo merita la passionalità e la commozione del M°Daniel Oren alla direzione di Questa lussuosa Boheme dove impasta fiati e Violini con grande sapienza seguito da una orchestra che ha le migliori qualita' per ben figurare tra le migliori del mondo.Tra le grandi interpreti di MIMI ci piace ricordare Mirella Freni e la Angela Gheorghiu.
Ci piace evidenziare correttamente la buona regia di Mario Pontinia con le bellissime scene parigine di Francesco Zito. Buona ancora l interpretazione di Vincenzo Costanzo nel ruolo coprotagonista del pittore Rodolfo mentre ricordiamo Hasmik Torosyan nel ruolo ben interpretato di Musette. Divertente Angelo Nardinocchi nel ruolo di Benoît padrone della soffitta di Rodolfo. Menzione particolare tributiamo al coro del Teatro Massimo diretto da Piero Monti e da Salvatore Punturo per le voci bianche. Repliche fino al 23.

e-max.it: your social media marketing partner
 

 

Angolo_poesia.png

 

 

Caronte

LCmobili

giurimed

PM_Mediazione.jpg
Joomla Templates by Joomlashack