Sant’Agata, mozione su Tares e Parco degli Ulivi

I consiglieri della coalizione del sindaco Carmelo Sottile ha presentato due mozioni, (primo firmatario Marco Donato Lemma): la prima "al fine di abbattere drasticamente il costo vero e proprio della TARES agli utenti" e la seconda per il recupero del Parco degli Ulivi  "avviando i lavori di pulizia, ripristinando le panchine e le altre attrezzature e dotazioni compreso l’impianto di illuminazione". Ecco di seguito il testo delle mozioni.

Oggetto: Mozione del Consiglio Comunale per l’abbattimento del costo della Tares – Tributo rifiuti e servizi – a beneficio dei cittadini.

Premesso che:

La Tares è una nuova tassa Comunale. E' stata istituita con Legge n. 214 del 22 Dicembre 2011 al fine di sostenere i costi relativi allo smaltimento e raccolta dei rifiuti e di altri servizi comuni detti indivisibili, quali illuminazione e manutenzione stradale, polizia municipale, anagrafe etc… fino ad oggi a carico dei singoli Comuni.

Considerato che:

Inizialmente la Tares doveva entrare in vigore nel Gennaio 2013. Che a causa della contingenza politica del paese e delle elezioni nazionali avvenute nel Marzo 2013 e quelle Amministrative Comunali a Giugno 2013 è stata inizialmente prorogata prima al Luglio 2013, poi in data 6 Aprile 2013 con Decreto L. n. 35, è stata nuovamente posticipata l'entrata in vigore a Dicembre 2013.

Visto che:

Dal Decreto si evince che i numeri delle rate di versamento del tributo saranno stabilite dai singoli Comuni con apposita delibera. Che la Proposta di Deliberazioneè stata approvata in data 10.07.2013 dal Consiglio Comunale, in seduta non urgente.

Ritenuto che:

Per dar modo ai Comuni di poter pagare le aziende addette alla pulizia e smaltimento dei rifiuti è stato deciso che le prime rate della tassa rifiuti del 2013 (precedentemente sospese per la entrata in vigore della nuova Tassa) saranno determinate applicando le tariffe in corso nel 2012, relative alla Tarsu o Tia e scadranno regolarmente nei mesi di Maggio, Luglio, e Dicembre (da noi dopo l’approvazione della Tares Agosto, Ottobre e Dicembre) 2013. Che con la rata di Dicembre 2013 sarà effettuato il conguaglio ed applicata la tariffa relativa ai servizi "indivisibili" (non computati nelle prime due rate relative alla tariffa TARSU o TIA) che porterà ad un incremento di importo di € 0,30 per mq. di abitazione.

Tenuto conto che:

è indispensabile attivare e cioè proseguire in un vero e proprio Censimento dettagliato, e sia delle unità immobiliari da assoggettare al tributo, e sia all’utente effettivo che produce i rifiuti nell’utenza domestica che siano uno, due, tre o quattro  componenti e abitanti effettivi per nucleo familiare; impegnando di fatto l’Amministrazione Comunale a costituire formalmente una task force o gruppo di lavoro costituito, oltre che dai componenti dell’Ufficio Tributi, già operativi in tal senso, anche dall’ufficio della Polizia Municipale e dell’Area Tecnica. Il gettito che si recupererà ai sensi del Regolamento Tares sarà riportato nuovo e a beneficio nel Piano Finanziario dell’anno successivo, ossia per l’anno 2014.

Atteso che:

l’Ufficio Tecnico Comunale sta provvedendo alla predisposizione del Piano Finanziario 2013 da sottoporre al Consiglio Comunale.

Si Propone:

Di approvare la presente Mozione al fine di impegnare l’attuale Amministrazione Comunale e tutti gli Uffici Comunali preposti alla istituzione e calcolo della Tassa Rifiuti e Servizi, anche quelli citati pocanzi come gruppo di lavoro, a valutare e nel caso rimodulare con ogni possibile azione che consenta di diminuire i costi da inserire nel Piano Finanziario stesso, al fine di abbattere drasticamente il costo vero e proprio della TARES agli utenti. Considerando inoltre che il piano finanziario dell’anno 2014, considerato che non sussiste più la gestione del servizio da parte dell’ATO/ME1, dovrà essere abbattuto ulteriormente, anche attraverso attività di internalizzazione di alcuni servizi come ad esempio lo spazzamento utilizzando il personale comunale addetto a tali mansioni. Così di fatto gli utenti tutti, sia domestici che commerciali e imprenditoriali possano veramente vedersi recapitare le bollette della Tares giuste eque e pagabili.

Si chiede inoltre di inserire la stessa all’O.d.G. del primo Consiglio Comunale Utile e comunque non oltre i termini previsti dal  Regolamento Comunale  Art. 49 comma 2.

Oggetto: MOZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI  PER IL  RIPRISTINO DELL’  AREA  VERDE ATTREZZATA  DENOMINATA “PARCO  DEGLI  ULIVI";

Premesso

Che nel Comune di S.Agata Militello precisamente  nella via Cernaia sul lato destro direzione  PA-ME  all’altezza del complesso scolastico degli Istituti Statali I.T.C.G. e di fronte al costruendo palazzetto dello Sport esiste un parco con area attrezzata e verde pubblico di proprietà Comunale denominato “Parco degli Ulivi – Baden Powell”;

Che lo stesso, dopo avere riscosso unanime ed entusiastico apprezzamento di tutti i cittadini nel primo periodo successivo alla sua inaugurazione nel corso dell’Amministrazione Fresina, risulta essere del tutto abbandonato da una decina di anni;

Considerato

Che l’intenzione dell’attuale Amministrazione Comunale, come da programma elettorale premiato dagli elettori, è quella di recuperare e restituire ai cittadini tutte le aree verdi e le ville attrezzate presenti sul territorio comunale;

Ritenuto

Che i lavori di recupero e di manutenzione di tali Aree ed in particolare del Parco degli Ulivi – Baden Powell, possono essere effettuati per lo più senza dispendio di risorse economiche, ricorrendo alle professionalità ed alle capacità del personale comunale addetto alle manutenzioni ed alla cura del verde,

Si Propone

di approvare la presente Mozione al fine di impegnare l’attuale Amministrazione Comunale al sollecito avvio dei lavori di recupero, pulizia e manutenzione del Parco degli Ulivi Baden Powell di proprietà Comunale, ripristinando le panchine e le altre attrezzature e dotazioni presenti (ivi compreso l’impianto di illuminazione), così finalmente restituendo alla Città ed ai suoi visitatori la possibilità di godere di uno degli spazi comuni più belli di cui il territorio dispone.  

Si chiede inoltre di inserire la stessa all’O.d.G. del primo Consiglio Comunale Utile e comunque non oltre i termini previsti dal  Regolamento Comunale  Art. 49 comma 2.

 

 

          

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *