Sant’Agata, rete idrica colabrodo: interrogazione della minoranza

I consiglieri di opposizione al Comune di Sant’Agata, Sottile, Puleo, Recupero, Starvaggi e Brancatelli  intervengono sui mancati interventi da parte dell’Amministrazione sulle perdite d’acqua dalle tubature in varie zone della città. Ecco di seguito il testo dell’interrogazione.

PREMESSO

Che molte zone del centro e delle contrade sono state e sono tutt’ora interessate da perdite d’acqua, che riguardano la tubatura dell‘impianto idrico pubblico;

 Che le segnalazioni dei cittadini vengono spesso ignorate o comunque gli interventi non sono pronti ed efficaci;

 Tra le situazioni ancora irrisolte, particolarmente rappresentativa dell’intempestività e della poca concretezza, con cui opera l’attuale amministrazione, è la perdita di acqua della condotta idrica che interessa un fabbricato prospiciente la via Minotti;

 Che, nonostante sia trascorso oltre un anno e mezzo dalla segnalazione dei cittadini interessati, solo da qualche mese (in seguito alle ultime diffide del legale dei proprietari dell’edificio) si è provveduto ad effettuare un sopralluogo, a seguito del quale è stato accertato che la perdita d’acqua in parola riguarda la condotta idrica pubblica.

 Per quanto siano passati diversi mesi dal sopralluogo, il problema ad oggi non risulta risolto, per cui i condomini continuano ad avere forti disagi connessi alla perdita, anche perché si verificano veri e propri allagamenti del cortile e dei magazzini sottostanti l’edificio, essendo questi seminterrati.

Il protrarsi di tale situazione, oltre ad arrecare danno all’immobile, di certo sta mettendo a rischio la stabilità dell’edificio.

RITENUTO

Che l’amministrazione, non intervenendo affatto e/o intervenendo in modo non tempestivo e/o non risolutivo su guasti e perdite del servizio idrico segnalati dai cittadini, crea un vero disservizio;

Tutto ciò premesso e ritenuto Si interroga IL SINDACO PER SAPERE

Per quali ragioni si interviene con molto ritardo ed in taluni casi ancora oggi non sono state riparate le perdite di acqua segnalate;

Se non ritiene gravissimo, lesivo dei diritti dei cittadini e dannoso per la città che l’amministrazione affronti tali problemi segnalati senza dare adeguato riscontro, a volte rimanendo silente ed indifferenei e, nella migliore delle ipotesi, intervenendo in modo non tempestivo rispetto ai problemi segnalati relativi alla perdita di acqua dovuta ai danni del servizio idrico;

Se e quali iniziative ha posto in essere o ritiene attuare per porre fine al lamentato disservizio.

I Consiglieri Comunale  Giuseppe Puleo, Carmelo Sottile,  Melinda Recupero,  Monica Brancatelli, Nunziatina Starvaggi