Ato Me1, Raccuja vuole uscirne

La proposta avanzata in Consiglio Comunale dal Presidente Carlo Martella. Il costo medio per ogni cittadino è di 144 euro, tre volte in più della media nazionale che è di soli 53 euro. E nel 2004 il Comune con personale e mezzi propri spendeva 54 euro a cittadino.

Era prevedibile: Dopo alcuni importanti “segnali” da vari Comuni sul costo eccessivo della raccolta rifiuti da parte dell’Ato, arriva la prima decisa proposta per far risparmiare i cittadini. Nella seduta del 20 gennaio  scorso infatti, al Comune di Raccuia, il presidente del Consiglio Carlo Martella ha proposto all’Amministrazione Comunale ed al Consiglio di deliberare l’uscita unilaterale dall’ATO ME 1.

Martella ha proposto di riaprire la discarica comunale e di utilizzare i  mezzi ed il  personale del Comune. .Il costo del servizio raccolta rifiuti per i cittadini di Raccuia è stato fino al 2004 di 54.000,00 euro a fronte dei 144.000,00 di oggi con una media di oltre 100 euro ad abitante a fronte di una media nazionale di 53 euro.

Il Consiglio e l’Amministrazione Comunale hanno accolto con interesse la proposta. Se ne riparlerà durante il prossimo Consiglio convocato per le 17 e trenta del 29 gennaio prossimo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *