L’ultima Mancusata….che tristezza!

Parola di Direttore.  Ci risiamo! Il senatore Bruno Mancuso non passa settimana che non si produca in clamorose gaffes. Dopo quella del salvataggio del tribunale di Sant'Agata, smentita dopo due giorni, nonostante i toni triofalistici di giornali e tv che avevano ripreso un suo comunicato stampa, si è prodotto in una autentica "perla": lunedì sulla rete televisiva nazionale La7, intervistato da Gaetano Pecoraro, quale presunto traditore di Berlusconi, nel caso in cui il cavaliere volesse far cadere il Governo, ha fatto dichiarazioni sconcertanti. "Io me ne frego, – ha dichiarato – ho la clinica, i miei affari, ma c'è gente che non ha risorse, ….può campare la famiglia".

In fondo all'articolo è visibile il video

di Nuccio Carrara

L'argomento era i possibili traditori di Berlusconi che potrebbero assicurare a Presidente del Consiglio Letta, di continuare, nel caso in cui il cavaliere di Arcore dovesse "ordinare", come si usa di questi tempi, di staccare la spina. Se ne parla da settimane dei "transfughi" pronti ad accasarsi, a votare qualunque cosa pur di restare in sella, disposti a tutto per evitare il pericolo di un ritorno alle urne.

Diverse indiscrezioni davano per certo che un gruppo di parlamentari del Pdl, capitanati dal coordinatore regionale del partito,  Giuseppe Castiglione, il genero del senatore brontese, Firrarello, sarebbero pronti a disobbedire agli ordini supremi.

Il Corriere della Sera, formulando la lista dei "disobbedienti" avevano nominato espressamente anche il senatore di Sant'Agata Militello, Bruno Mancuso. e lunedì sera, Castiglione in un fuorionda ha confermato in maniera inequivocabile il progetto, tranne ieri, una volta scoperto, smentire tutto.

"La mia lealtà – ha scritto – a Silvio Berlusconi e al suo movimento politico è assoluta. E' mia abitudine, una volta che il partito ha preso le sue decisioni, adeguarmi ad esse". Che sfacciataggine!

Ma trorniamo a Mancuso. La scorsa settimana, quando si parlava di chiudere il tribunale di Mistretta e la sezione staccata santagatese di quello di Patti, il senatore inondò le redazioni di comunicati. Prima, che avrebbe chiesto un incontro urgente con il Ministro Cancellieri per chiedere una deroga, poi, che il ministro avrebbe firmato "entro uno al massimo due giorni" il decreto che "salvava" i presidi giudiziari di Mistretta e Sant'Agata.

Naturalmente la stampa raccontò con grande enfasi, come il senatore fosse stato "l'ultimo baluardo"… che con il suo intervento aveva "salvato i tribunali" …. "grazie all'impegno di Mancuso restano Patti e Mistretta". Insomma una serie di elogi ed onore al merito al "salvatore".

Salvo, un paio di giorni dopo, smascherato dal nostro giornale che pubblicò, in contemporanea ai proclami, un documento del ministero di via Arenula, con il quale si confermava che la legge sarebbe entrata in vigore inderogabilmente il 14 settembre, e che non c'era alcun riferimento alle due strutture, venne fuori con un nuovo documento cercando di smorzare i toni di entusiasmo dei giorni precedenti, sostenendo che erano stati i giornali stampati, le radio, le tv i giornali on line e i blog a travisare quanto da lui scritto.

Noi scrivemmo quindi: Tribunali: il grande bluff di Mancuso.

E non mancò chi, tra i suoi affezionati estimatori, di rimproverarci per quel titolo ribadendo che la colpa era dei giornalisti.  Naturalmente l'unica domanda da porsi era: ma può essere che tutta la stampa ha "travisato" quanto detto e scritto dal senatore…. che lui aveva scritto ….. aragosta e noi avevamo capito ……caponatina?

Insomma ci è sembrato piuttosto un tentativo maldestro di mascherare la figuraccia con i giornali e soprattutto con i cittadini dei Nebrodi che hanno a cuore le sorti del tribunale.

La conferma, il lunedì successivo quando, durante l'assemblea degli avvocati era apparso particolarmente a disagio, impacciato quasi. "Un senatore di provincia – aveva detto – non ha un grosso peso,  non riesce a farsi ascoltare…" ed aveva lasciato chiaramente intendere che era stato preso in giro dal direttore del Ministero.

Ora la chicca di "Piazzapulita". Come nel suo stile mai una certezza.

Al giornalista che gli chiedeva infatti se appartenesse ai "transfughi"…ne' una conferma…nè un diniego. "Lei capisce, – ha affermato – un esordiente come me….. dover lasciare il Senato dopo sei mesi non è bellissimo e con la certezza di non essere più rieletto …… "

E poi l'apoteosi…. schernendosi con quella sua risatina tipica di chi la sa lunga ….. "io personalmente me ne sto fregando, io ho la mia clinica, …  la mia attività i miei, i miei impegni eccetera …però in politica c'è chi ci vive c'è chi perde lo stipendio e non sa come mantenere la famiglia."

Insomma poi chiudeva sostenendo che, non era in grado di individuare i nomi, ma c'erano 5 o 6 parlamentari disposti a votare un Letta-bis.

Benissimo! Non c'è che dire! Una disamina profonda sulla situazione politica del Paese. Un pensiero autorevole e un impegno massimo nell'interesse supremo di questa nostra bistrattata Italia!

Vergogna!…Vergogna! Traditori! ….tuonava il senatore a giugno scorso, durante la campagna elettorale per le amministrative di Sant'Agata. Si riferiva probabilmente a chi aveva deciso di non appoggiarlo più, a chi non aveva più condiviso le sue scelte…. a tutti quegli elettori, era già nell'aria il responso delle urne, che da lì a qualche giorno, non avrebbero più votato secondo le sue indicazioni.

Chissà, ora, cosa pensano loro di lui dopo le ultime, in ordine di tempo, clamorose gaffes?

Alla fine di tutto questo un'amara considerazione ed una serie di interrogativi?

Ma Berlusconi come mai lo ha candidato? Certo da amministratore uscito con un rinvio a giudizio per furto d'acqua ai danni del Comune e di un coinvolgimento in una inchiesta per voto di scambio, non saranno state le "referenze" per affidargli un così delicato ruolo. Ha contato solo l'amicizia comune con un socio del Cavaliere? Mah? Chissà!

E c'è da chiedersi infine ….ma Mancuso tutte queste figuracce le colleziona da solo o c'è qualcuno che lo aiuta… che lo consiglia? Insomma chi si occupa dei suoi comunicati stampa, delle interviste, dell'immagine del senatore….. Giufà?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *