Taormina, ancora boom di turisti nella Perla dello Jonio

tao1tao2E’ già tempo di bilanci per l’estate 2015 che sta per finire. Taormina, la “Perla dello Jonio”, in assoluto la località turistica più importante della Sicilia e del Sud d’Italia, può vantare un bilancio decisamente positivo.
di Salvo Fazio

La stagione turistica si era come ogni anno aperta nella settimana pasquale con l’arrivo delle grandi navi colme di croceristi, navi che gettano l’ancora nel vicino porto di Giardini Naxos, nel complesso il numero dei croceristi sbarcato è stato pari o di poco superiore a quello dello scorso anno e non ci si può lamentare. Il grosso della stagione turistica però inizia ai primi di luglio e ha il suo momento di maggiore afflusso dal 15 luglio al 31 agosto. Le presenze turistiche di questo 2015 sono state nettamente superiori a quelle dello scorso anno,gli albergatori e non solo, possono tirare un sospiro di sollievo. Notevole il flusso di turisti stranieri che soggiornano in lussuosissimi hotel da mille e passa euro a notte,richieste in aumento per le suite da 2000 euro a notte. I turisti stranieri che non hanno problemi di denaro sono in massima parte ancora oggi i milionari russi che arrivano con lussuosi yacht che ormeggiano regolarmente al largo della Perla. In tanti nonostante il lusso delle loro “barche” preferiscono pernottare negli hotel della città,richiestissime sia le stanze di famosi alberghi del centro che le stanze di alberghi in riva alla Perla dello Stretto con vista sull’incantevole Isola Bella. C’è chi arriva con lo yacht che trasporta degli elicotteri e con questi mezzi compie escursioni nel resto dell’Isola tornando poi a Taormina,roba da nababbi! Lo shopping in Corso Umberto,salotto della città, è un classico per i turisti di tutte le tasche, certo le commesse di alcuni negozi vanno in estasi quando arrivano a fare shopping,turisti che con la carta di credito spendono spesso ben oltre i 20.000 euro,ma a fare affari quando a Taormina c’è il pienone non sono solo i negozi per i milionari ma anche i negozi di souvenir, di dolci tipici e anche alcune enoteche,esercizi commerciali decisamente alla portata di tutte le tasche,ottimi affari anche per i ristoranti con gli chef stellati che non possono lamentarsi,anzi! Quest’anno i più ricchi hanno potuto permettersi il lusso di un giro in elicottero con sorvolo delle Isole Eolie,vista su Stromboli e sorvolo dell’Etna, insomma un vasto giro alla modica cifra di…appena 3000 euro a testa, decisamente cifre da capogiro. Climaticamente la stagione è stata molto calda e c’è da dire che qui in Sicilia l’estate ha una coda notevole con possibilità di fare il bagno anche a novembre date le temperature molto miti,se poi consideriamo il fatto che generalmente la temperatura di tardo autunno o inizio inverno è di 17/20° allora è certamente comprensibile come i turisti provenienti da paesi del Nord Europa facciano tranquillamente i loro tuffi immergendosi nelle calde acque della Perla dello Jonio. Cosa volete che siano 17 o 20° per chi arriva da Copenaghen o da Amburgo? Si lasciano alle spalle città con temperature già al di sotto dello zero e quindi a Taormina e dintorni trovano una seconda estate. Da anni tuttavia un gran numero di strutture alberghiere chiude i battenti a fine ottobre per riaprire con la nuova stagione che inizia sempre a Pasqua,si era parlato di destagionalizzare ma ancora questo progetto non è attivo e quindi i vari tour operator non mandano più comitive consistenti di turisti oltre il 31 ottobre proprio per via del fatto che le strutture aperte sono più che dimezzate. C’è la quasi certezza che qualcosa dovrebbe cambiare già dalla prossima stagione nel 2016,intanto gli albergatori si godono il pienone registrato durante questa caldissima estate. E non è ancora finita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *