Orlandina basket fiduciosa alla “prova” Venezia

griccioli1VladoCapo d’Orlando – Alla vigilia della seconda di campionato della Serie A Beko, prima fuori casa, coach Griccioli in conferenza stampa è affiancato dal playmaker Vlado Ilievski, “eroe” macedone per aver portato la sua squadra alle Olimpiadi di Londra del 2012. (Le foto sono state concesse da Natale Arasi)

di Linda Liotta

Un allenatore fiducioso e combattivo è il Griccioli che si prepara a scendere al Taliercio di Venezia, contro l’Umana Reyer, per la seconda gara in seria A1. “Aver retto all’urto contro Cantù ed esserne usciti vittoriosi con 8 punti di scarto, ci dà la consapevolezza di aver intrapreso una giusta strada verso la costruzione di una squadra con ampio margine di miglioramento nei livelli di gioco.” E’ lucido nell’analizzare le potenzialità dei suoi giocatori. “Fuori casa sarà necessario giocare con intelligenza, senza mai temere l’avversario: rispetto di tutti, ma paura mai”. Uno slogan che racchiude fierezza ed orgoglio, una carica di coraggio per giocatori e tifosi. E continua: “Venezia ha giocatori forti ed esperti… noi proveremo a non farci travolgere dalla loro foga iniziale e a rispondere colpo su colpo”.

Vlado Ilievski, nato a Strumica in Macedonia il 19 gennaio 1980, è un playmaker mancino di 188 cm per 84 kg. In EuroBasket 2011 conquistò la semifinale decidendo con un tiro da tre negli ultimi secondi, permettendo così alla Macedonia per la prima volta nella sua storia di ottenere la qualificazione alle Olimpiadi di Londra 2012. Prenderà parte con la selezione macedone anche ad EuroBasket 2015 dal 5 al 20 settembre prossimo nelle nazioni ospitanti Croazia, Francia, Germania e Lettonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *