Capo d’Orlando…tra numeri e filosofia a “Venerdì d’autore”

parolandoPresentato nella Biblioteca comunale, il saggio del professore Rinaldo Anastasi “La Struttura Aritmetica della Divina Commedia – Numeri e filosofia nelle opere medievali” – Anoc editrice. L’evento è inserito nell’ambito della programmazione letteraria, promossa da Comune ed Associazione Culturale “Recitando e Parolando”.
di Linda Liotta

Una tematica non di semplice esplicazione quella trattata e dibattuta nella sala “Tano Cuva” presso la Biblioteca paladina, il primo venerdì di novembre. Parlare di “Numeri e filosofia nelle opere medievali” sembra essere davvero argomento specialistico e consono più ad un’aula accademica. Ed invece tanto interesse ha mostrato il pubblico accorso ad ascoltare l’autore, insieme ai figli, Barbara e Italo Anastasi. Ha moderato e presentato il saggio la Professoressa Maria Cristina Mangano.
Le tesi sostenute nel testo degli Anastasi sono di estremo interesse e generano riflessioni importanti su molte opere medievali fra le più conosciute, come la “Divina Commedia”, la “Vita Nuova”, Il “Canzoniere” o il “Decameron”, partendo dai numeri in esse contenuti. Le ricerche degli autori, nuovissime per l’applicazione dell’informatica, aprono importanti prospettive, pongono le basi per l’approfondimento dei contenuti e lasciano intravedere combinazioni e aspetti veramente avvincenti ed intriganti a cui nessuno aveva pensato prima.
Il lavoro si basa sull’importanza che nel Medioevo si dava ai numeri; il numero, infatti rappresentava la perfezione ed era qualcosa che avvicinava a Dio. Emozionato, l’autore, ha introdotto il suo intervento ringraziando quanti sono intervenuti e tutti coloro che hanno organizzato l’incontro. Ha detto: “ci troviamo nella stanza del pensiero, qui, in questa biblioteca, luogo deputato alla riflessione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *