Violazione obblighi domiciliari e residuo di pena, 2 in manette

MUSTAFA CristianPANARELLO MatteoMESSINA – I carabinieri hanno arrestato Cristian Mustafà, 41 anni, di origini rumene perchè, nonostante fosse ai domiciliari, frequentava altri pregiudicati e Matteo Panarello, 38 anni perchè deve scontare una pena di poco più di cinque mesi di carcere, dopo una condqanna per furto aggravato.

I Carabinieri della Stazione di Bordonaro hanno arrestato Cristian Mustafà, 41enne rumeno, già sottoposto agli arresti domiciliari. L’uomo è finito in carcere per violazione degli obblighi connessi alla misura degli arresti domiciliari. L’arresto scaturisce da un’informativa dei Carabinieri che, durante i controlli in casa del rumeno, hanno accertato che Mustafà frequentava altri soggetti gravati da vicende giudiziarie. I Carabinieri hanno inoltre segnalato l’inidoneità delle condizioni igienico-sanitarie dell’appartamento. Per l’uomo si sono quindi aperte le porte della casa circondariale di Messina Gazzi.

Sempre i carabinieri di Bordonaro hanno arrestato, in esecuzione di ordine di carcerazione, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica del Tribunale di Messina, Matteo Panarello, 38 anni. L’uomo deve espiare la pena residua di 5 mesi e 3 giorni di reclusione perché riconosciuto colpevole di furto aggravato in concorso. Panarello, su disposizione dell’autorità Giudiziaria, è finito ai domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *