Sant’Agata, sabato 19esima edizione della Colletta alimentare

Promossa dall’associazione Portico di Salomone, presieduta da Carmelo Corica.

La raccolta sarà effettuata all’esterno di numerosi supermercati di Sant’Agata Militello, Acquedolci, Torrenova e Capo D’Orlando. Nella mattinata di sabato l’azione meritoria vedrà impegnati gli studenti delle quinte classi dell’istituto tecnico industriale “E. Torricelli”, i quali esorteranno la gente a fare la spesa per i più bisognosi, nel pomeriggio l’impresa sarà portata avanti dai volontari del portico di Salomone. Saranno prevalentemente raccolti generi alimentari di prima necessità ed a lunga conservazione, tra i quali pasta, riso, zucchero, scatolame, ma saranno ben accetti anche alimenti per la prima infanzia, più difficili da reperire normalmente. I benefattori saranno comunque liberi di donare qualsiasi prodotto, purchè aderiscano alla colletta. L’associazione presente ed attiva sul territorio da oltre 20 anni ha sempre operato con grande zelo in favore dei più deboli. In questi anni il sodalizio ha realizzato una casa di accoglienza per i parenti dei malati in ospedale, doposcuola ed attività ricreative per bambini di famiglie in difficoltà. Attualmente il “Portico di Salomone” assiste 50 famiglie grazie all’attività del banco alimentare e del banco farmaceutico. “La fame oggi- sottolinea il presidente Corica – ha assunto le dimensioni di un vero “scandalo”, tanto da minacciare la vita e la dignità di uomini, donne, bambini ed anziani. Davanti a un problema così smisurato, risuonano le parole di Gesù: «Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare». Come ricordato più volte anche da Papa Francesco, tutti hanno diritto ad avere accesso ad un’ alimentazione adeguata, si tratta di un bisogno primario e tutti possono fare qualcosa di concreto, anche se prima di tutto possiamo educarci all’umanità, a riconoscere l’umanità presente in ogni persona, bisognosa di tutto”. Nel periodo natalizio, l’ente promuoverà inoltre una serie di eventi benefici per la raccolta di fondi in favore di “AVSI” onlus impegnata in progetti socio-educativi ed assistenziali in 37 paesi del mondo.
Francesca Alascia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *