Il bilancio di fine anno del sindaco Carmelo Sottile

Sottile 2312Il primo cittadino santagatese ha diffuso una nota con la quale formula gli auguri ai cittadini e traccia un bilancio della sua attività amministrativa. “Questi – scrive – sono i giorni dell’anno in cui si esprimono i buoni propositi per l’ anno che verrà, lasciandosi alle spalle gli eventi negativi”

Cari concittadini santagatesi, un Augurio di un “importante” 2016, ricco di pace e serenità!
Questi sono i giorni dell’anno in cui si esprimono i buoni propositi per l’ anno che verrà, lasciandosi alle spalle gli eventi negativi. Ma prima di reclamare per ogni cosa che non è andata per il verso giusto e premesso che le proteste dei cittadini siano sacrosante, urge una riflessione!
Apparentemente non si possono trovare adeguate giustificazioni e risposte soddisfacenti alle critiche che i detrattori muovono per qualsiasi cosa accada o venga fatto, se si

omettono le vere cause che hanno generato lo stato attuale o se si paragona Sant’Agata con comunità viciniori economicamente più floride, con un passato amministrativo più responsabile e lungimirante. Ma non si deve dimenticare che qualsiasi azione amministrativa rischia di essere vanificata se non supportata da un’efficace ed attiva partecipazione della comunità alla vita pubblica perché ogni comune ha una sua specificità che deriva anche dalla capacità di “scattare” una fotografia del paese reale.
Le critiche, invece, vengono mosse tendenziosamente e solo per spirito di contraddizione:
-Per esempio che il punteruolo rosso ha divorato, via via, le palme, piantumate in pieno periodo di infestazione, qualche anno addietro sul lungomare, i detrattori lo hanno dimenticato; e oggi invece puntano il dito sulla mancata effettuazione dei trattamenti fitoterapici (che forse avrebbero potuto salvarne solo qualcuna) e sulla rimozione e smaltimento in discarica di tutte quelle infette, con costi elevati, assolutamente insostenibili per le casse comunali!
-Per esempio che il muro di protezione alla villa Falcone Borsellino sia ceduto 5 anni fa, a causa delle mareggiate e dell’erosione del litorale, dovuta al dissesto idrogeologico della costa (determinate anche dai lavori portuali non completati) e ricostruito grazie ad una variante, finanziata con le economie di spesa del progetto di riqualificazione, questo pare non interessa i detrattori;e oggi, invece, lamentano il mancato immediato
ripristino del muro ceduto sul lungomare Bianco, sempre dovuto alle stesse cause (mareggiate e dissesto idrogeologico del litorale) senza considerare la grave situazione economico-finanziaria di regione e provincia che ha lasciato sulle spalle del comune le spese.

-Per esempio che il porto, importante per lo sviluppo di tutto il territorio nebroideo non è stato completato per le problematiche giudiziarie, insorte subito dopo la gara nel 2010 e per la mancanza di un progetto esecutivo, ai detrattori interessa poco e poco importa se questa Amministrazione sta procedendo alla validazione del progetto e quindi all’apertura del cantiere, con la consapevolezza (nonostante molti facciano finta di non sapere) delle altre criticità giudiziarie che interessano la ditta COGIP/Techins spa destinataria come da notizie di stampa di una misura interdittiva della Prefettura di Catania . Per contro, con grande impegno è stato chiesto l’inserimento del progetto del porto nel Masterplan del governo per la città Metropolitana di Messina al fine di garantirne il completamento e la conservazione del finanziamento, mettendolo al riparo da eventuali problematiche che potrebbero insorgere.
-Per esempio che via Carraffello già da subito presentasse anomalie di realizzazione nonostante gli alti costi ai detrattori non importa, perché pensano sia più giusto criticare il Sindaco per non avere prontamente riparato o sostituito la pavimentazione
-Per esempio che il servizio rifiuti a carico del cittadino in epoca ATOMe1 costasse circa 350.000€ al mese (a quell’epoca pagava solo il 20% dei cittadini ed i debiti dell’AtoMe 1 ammontarono alla fine a circa 90 milioni di euro) e che al momento costi la metà, ai detrattori non interessa; ora invece per tanti il paese è trascurato (non ricordando i frequenti disservizi e le continue emergenze del passato per gli scioperi e quant’altro), senza considerare che adesso lo spazzamento e lo scerbamento affidati a personale interno consentono all’ente un risparmio di 800.000€, utilizzati per compensare i maggiori costi di trasferimento in discarica a Catania.
Ciò ha evitato che per quest’anno ed il prossimo ci fosse un rincaro delle bollette che i cittadini devono pagare. Sicuramente qualche perfezionamento ci sarà ed un ulteriore beneficio deriverà dalla consegna del servizio al gestore, dopo la gara d’appalto in corso all’UREGA, in cui tra le migliorie nel bando è prevista una maggiore attenzione alla pulizia del verde ed allo scerbamento stradale.
-Per esempio l’essere inseriti grazie ad uno studio effettuato nel 2011 nelle Aree Interne svantaggiate della Regione Sicilia (essenzialmente per due ordini di motivi principali dati del decremento della popolazione e dalla mancanza di un dipartimento emergenza acuti con UTIC nel nostro Distretto socio sanitario) sembra sfuggire ai detrattori; adesso gli stessi che ci hanno trascinato nell’inserimento delle aree interne del nostro comune sostengono erroneamente una fantomatica perdita di centralità territoriale di Sant’Agata che è inserita attualmente integralmente e da protagonista in tutti i processi di programmazione e sviluppo del territorio tra cui anche proprio l’Area Interna Nebrodi, come capofila , costituita da 21 comuni che tra non molto sarà chiamata a gestire circa 32 milioni di euro di fondi europei.
-Per esempio che negli anni precedenti organizzare eventi e manifestazioni estive costose fosse consentito dalle “disponibilità” di fondi, ai detrattori poco importa, ora piuttosto interessa loro fare rilevare il mancato allestimento di un calendario di manifestazioni di forte richiamo, ma senza tenere conto invece della situazione economica generale, dei tagli lineari in tutti i settori determinati dall’applicazione dei nuovi sistemi contabili al bilancio con il riaccertamento straordinario dei residui, dei trasferimenti regionali e statali ridotti di 400.000€, dei nuovi fondi vincolati (come quello di credito di dubbia esigibilità da bilancio da coprire di circa 550.000€) e delle entrate dei tributi che per gli ultimi 5 anni sono stati riscosse con una media di circa il 10% (risalita ultimamente grazie alla presa in carico da parte dei comuni della tassa su rifiuti intorno al 25 % ).
Tutti questi fattori elencati evidentemente non possono e non devono essere trascurati da un’amministrazione responsabile e lungimirante che intende gestire le già esigue risorse in modo da garantire una crescita sostenibile delle generazioni future.
-Per esempio che il Bilancio prima consentisse di affrontare qualsiasi spesa, ai detrattori poco importa, ora invece, nonostante i palesi apprezzamenti sulla conduzione dell’attività economica finanziaria del comune anche da parte di organi consiliari e di controllo, essi fomentano il malcontento promuovendo una campagna di disinformazione ad ampio raggio che riguarda tutti gli aspetti sociali, con danni all’immagine di Sant’Agata, al solo scopo di fornire ai consiglieri comunali un alibi per votare una mozione di sfiducia.
In risposta a tutto ciò, dico grazie alla mia squadra, a tutti quei dipendenti comunali che hanno lavorato e dato il loro contributo e a cui va il mio più sentito ringraziamento per tutto quello che è stato realizzato già quest’anno; squadra e gestione che dovranno trovare ulteriori “elementi” di impulso per continuare ad abbracciare questa esperienza amministrativa .
Mi riferisco ai lavori già completati e consegnati :
-L’Elipista di contrada Pianetta, che ha visto la sua prima utilizzazione dopo autorizzazione ENAC già nel mese di aprile 2015.
-I lavori di messa in sicurezza del Torrente Cannamelata .
-Il Parcheggio di contrada Muti.
-I Lavori di riqualificazione e messa in sicurezza della Scuola Capuana corpo A
-I Lavori di riqualificazione della Scuola del Liceo Classico con realizzazione di un Campetto sportivo esterno polifunzionale
-I Lavori di riqualificazione della Scuola Cesareo con ammodernamento, messa in sicurezza ed efficientamento energetico con la realizzazione di sltri campetto sportivo esterno polivalente
-La consegna di piazza Telegrafo
-L’avvenuta consegna alla fruibilità della città della riqualificata Arena del Piazzale Vicari, ex museo dei Nebrodi
-La riqualificazione della villa Falcone Borsellino e il rifacimento muro di sostegno ceduto, ripeto, circa cinque anni orsono.
-L’avanzato stato di realizzazione di sala d’asta a supporto delle attività produttive dei pescatori del porto .
-La prossima consegna della zona di ammassamento, con la realizzazione di sottoservizi e prefabbricati per la protezione civile in casi di eventi calamitosi al campo Fresina.
-I lavori in corso che procedono alacremente per la riqualificazione dell’ex-Omni su lungomare per la realizzazione del nuovo Commissariato di Stato e Polizia stradale
– I lavori ripresi per la realizzazione del centro diurno sociale ex pidocchietto bloccato per motivi tecnico-amministrativi da parecchio tempo
-La consegna di un nuovo colombario e la riqualificazione di altri nel civico cimitero
-La nuova segnaletica turistica ed amministrativa su tutto il territorio comunale
-L’efficientamento e la sostituzione della palificazione della pubblica illuminazione.
-il rifacimento della condotta idrica vedi Albanova.
-Del porto, come già detto prima, speriamo di avere l’apertura dei lavori di completamento al più presto con l’inserimento nel Masterplan provinciale anche come porto Hub
-Il palazzetto dello Sport dovrebbe essere consegnato nel mese di febbraio e rappresenta una punta d’orgoglio di tutta la comunità, che lo attende da tantissimo tempo e di cui non voglio attribuirmi meriti che sono di organismi vari e uomini che parimenti hanno contribuito alla realizzazione. Mi sia tuttavia consentito esprimere la mia soddisfazione per una struttura che sarà un vero e proprio fiore all’occhiello per Sant’Agata
-Sono stati realizzati i lavori strutturali di adeguamento all’interno dell’Ex Tribunale di via Cosenz per ospitare gli uffici comunali che con alcuni accorgimenti e il trasferimento definitivo consentirà un notevole risparmio sui fitti passivi dell’ente .
-Altri progetti secondari sono stati realizzati e consegnati
-L’edilizia privata vede iniziali segnali di ripresa
-Le attività commerciali registrano una ripresa con nuove aperture
-Le attività culturali e manifestazioni estive e natalizie nonostante le scarse risorse sono state degne di apprezzamenti grazie anche alla collaborazione con i comitati parrocchiali per le feste e le associazioni a cui va un vivo ringraziamento per il loro rinnovato contributo alla vita della comunità.
-nel campo dei servizi sociali diversi progetti hanno visto la luce o si sono completati
-i dipendenti comunali a tempo indeterminato, così come i lavoratori contrattasti (a cui sarà richiesto maggiore responsabilità perché dal loro impegno ed attaccamento al lavoro dipenderà il buon andamento dei servizi da dare ai cittadini), sono stati regolarmente retribuiti a differenza di numerosi altri comuni viciniori.
Altri progetti sono già stati finanziati:
-Finanziamento di 2,4milioni per il progetto del depuratore consortile: in questi giorni è stato commissariato così come in tutti gli altri progetti dei comuni destinatari di finanziamento, il che equivale ad un modo per accelerarne la progettazione, l’affidamento e la realizzazione dei lavori con il superamento delle criticità presentate
-Finanziamento di 700 Mila euro per la riqualificazione del Corpo B della scuola Capuana
-Finanziamento di 112 Mila euro per Scuola Cesareo per la MESSA IN SICUREZZA , PREVENZIONE E RIDUZIONE DEL RISCHIO CONNESSO ALLA VULNERABILITÀ DEGLI ELEMENTI DELL’EDIFICIO
-Finanziamento credito sportivo di riqualificazione Palaterreforti e Centro sportivo Daniele Romano di Rosmarino di 150 Mila euro cadauno
-Lavori di ristrutturazione degli spogliatoi del Campo Fresina ed omologazione del campo, in attesa che il progetto definitivo esecutivo per l’inerbamento, definanziato insieme ad altri 45 impianti sportivi per mancanza di fondi regionali, sia rifinanziato nella prossima Programmazione europea 14/20 o dal Comitato Olimpico a cui è già stata inoltrata richiesta di finanziamento
-Inoltre è stato presentato un progetto che vede la riqualificazione dell’edificio storico centrale del Comune, nella speranza che venga selezionato per essere finanziato.
Altre possibilità o promesse di finanziamenti non sono andati avanti per manifeste criticità che esulano dalla volontà e responsabilità ascrivibili all’attività amministrativa politica attuale e che dovranno essere ricercate altrove se ce ne sarà la necessità .
Quindi mi chiedo: è sufficiente soffiare sul malcontento generale della comunità stremata da tasse e tributi per i servizi che sono a totale carico dei cittadini che in larga parte non possono sostenere economicamente questo peso e giustificare il continuo screditamento con ogni mezzo possibile per indurre qualche consigliere comunale a firmare una mozione di sfiducia?
Tralasciando tutto questo, che è solo frutto di un gioco politico che non giova certo alla Città, desidero augurare a tutti un 2016 in cui si trovi la forza di continuare su questa strada e che se alcuni pensano che questa azione amministrativa debba essere considerata superata per oscure manovre lontane dall’interesse di tutti, confermo e ribadisco di essere ancor più determinato nell’opera di servizio alla comunità che mi onoro di rappresentare, perchè ho la consapevolezza di essere nella giusta direzione, come suffragato giornalmente dal rispetto e dal sostegno di tantissimi cittadini che comunque in ultima analisi sono gli unici giudici dell’operato di questa Amministrazione alla quale potranno , nel segreto delle urne, confermare o negare il proprio consenso.
Grazie ancora
Buon Anno 2016.
Il sindaco Carmelo Sottile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *