San Fratello, sei milioni e mezzo di euro per la riqualificazione del territorio

Sanfrat2Sanfrat1Sono 5 progetti in dirittura di approvazione per un ammontare complessivo di sei milioni e mezzo di euro per la riqualificazione del territorio di San Fratello, guidato dal sindaco Francesco Fulia e gravemente danneggiato dalla frana del 2010.

di Francesca Alascia

Questo quanto emerso in occasione della conferenza dei servizi per l’acquisizione dei pareri degli enti preposti, svoltasi nella sede comunale di via Serpi e promossa dall’organismo regionale tecnico di protezione civile, al quale è delegata la progettazione degli interventi di recupero infrastrutturale dell’area di località Stazzone-Riana colpita dagli eventi alluvionali del 2010. Presenti, oltre ai progettisti ed ai tecnici della Protezione Civile Regionale, coordinati dall’architetto Alberto Vecchio, funzionario del servizio interventi di difesa attiva del territorio, i rappresentanti del Genio Civile di Messina, con l’ingegnere Antonio Di Gangi, il parroco Salvatore Di Piazza, l’Asp di Messina, il vice sindaco Ciro Carroccetto, l’assessore Antonella Carrini e l’ingegnere Giuseppe Contiguglia, dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale. I progetti, per un ammontare complessivo di sei milioni e mezzo di euro, riguardano in particolare la riqualificazione della piazza antistante la Chiesa demolita di San Nicolò, il consolidamento e la sistemazione delle aree di sedìme davanti gli edifici demoliti della scuole elementari per realizzarvi un parcheggio e un campo sportivo a servizio della scuola, il completamento e la demolizione di edifici pubblici e privati, la sistemazione delle aree a valle dei pozzi in contrada Stazzone ed infine varie opere di riqualificazione urbana nel centro cittadino. Entro l’anno i cinque progetti saranno  appaltati dalla Protezione Civile Regionale con la prevista apertura dei cantieri ad inizio 2017. Alberto Vecchio, funzionario del Dipartimento Regionale di Protezione Civile, ha lanciato un messaggio chiaro anche riguardo i rimborsi da corrispondere alla popolazione: “La nostra struttura sta lavorando come una vera e propria task force proprio per istruire ed esaminare nel modo più rapido possibile tutte le pratiche. L’impegno è di corrispondere entro la fine dell’anno a tutte le persone che ne hanno diritto, i benefici economici concessi loro dalle legge”.Grande soddisfazione è stata espressa dall’amministrazione e dal primo cittadino Fulia per il raggiunto traguardo, che si aggiunge al recente finanziamento dell’ex centro Craxi con la delibera di Giunta Regionale dello scorso 21 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *