Sant’Agata, commissario per il bilancio diffida Consiglio comunale

Consiglio com. SantAgataIl Commissario ad acta, Girolamo Ganci, ha diffidato il consiglio comunale ad approvare il bilancio di previsione, esercizio 2016 e gli atti propedeutici e connessi, entro il termine massimo di 30 giorni dalla data della prima udienza utile, fissata dal presidente del Consiglio, per il giorno 14 dicembre.

“Il bilancio – scrive in una nota su un social network, Sottile – è provvisto di parere favorevole sia dell’Ufficio di Ragioneria che del Collegio dei revisori dei conti. Se il Consiglio comunale approverà il bilancio e l’immediata esecutività, nella seduta del 14 dicembre, il Comune potrebbe utilizzare le risorse finanziarie che sono state programmate per alcuni importanti investimenti”
In particolare si potrebbe intervenire per la sistemazione della rete idrica; la manutenzione di alcune strade, come ad esempio Via Pace, che da troppo tempo resta incompleta e senza pavimentazione; l’installazione della segnaletica stradale dove è carente o addirittura mancante; la sistemazione delle rotatorie, di spazi verdi, impianti sportivi, servizi cimiteriali e altro.
“In mancanza dell’approvazione e della immediata esecutività in tempo utile – aggiunge il primo cittadino – tutto ciò che è stato programmato non sarà possibile realizzarlo”. Sottile cita poi quanto accaduto, qualche giorno addietro, al Comune di Patti dove il Consiglio comunale ha approvato nel corso di una seduta fiume, protrattasi ininterrottamente per 18 ore e dove non sono mancati momenti di grande contrapposizione, tutti i 50 punti all’ordine del giorno, tra cui il bilancio.
“La situazione politica è diversa nel nostro Comune – continua Sottile – perchè l’opposizione detiene la maggioranza consiliare. Sarebbe però auspicabile un grande atto di buona volontà da parte di tutti. Che si metta da parte per un po’ la contrapposizione politica, si trascuri l’ostruzionismo fine a sè stesso, si evitino strumentalizzazioni inutili e con grande senso di responsabilità si voti il bilancio e l’immediata esecutività, nell’interesse dei cittadini che non possono essere gravemente penalizzati solo per manovre politiche a cui non sono interessati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *