Evasione dai domiciliari, due arresti tra Barcellona e Messina

In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Barcellona hanno arrestato il 22enne S.K.. Il provvedimento sostituisce, aggravandola, la misura cautelare degli arresti domiciliari cui il giovane era sottoposto per il reato di rapina aggravata in concorso.

Il provvedimento cautelare, emesso dal Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Savona, su richiesta di quella Procura della Repubblica, ha sostituito, aggravandola, la misura cautelare degli arresti domiciliari già applicata al giovane, il quale, il 28 ottobre scorso era stato arrestato in flagranza di reato per evasione dai militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, poiché sorpreso al di fuori del proprio domicilio. La misura degli arresti domiciliari era stata applicata al giovane dopo una rapina commessa ad Alassio (SV) il 18 agosto 2019.

Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto a disposizione dell’A.G. competente.

Nella stessa giornata i Carabinieri della Stazione di Faro Superiore hanno arrestato in flagranza del reato di evasione C.G., 82enne, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, che, sebbene temporaneamente ricoverato presso l’Ospedale Papardo, si è arbitrariamente allontanato dal nosocomio.

Le ricerche dei militari dell’Arma hanno consentito di rintracciare l’anziano in Via Cavour mentre si trovava all’interno di un bar. L’uomo è stato quindi tratto in arresto in quanto resosi responsabile del reato di evasione.

Successivamente, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Messina, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, in attesa di essere processato con rito direttissimo.

L’arresto effettuato dai militari dell’Arma è stato convalidato dal Giudice presso il Tribunale di Messina che ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti dell’82enne.