Papa Francesco apprezza i disegni dei bambini dell’Istituto Capuana-Cesareo di Sant’Agata

Il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Cesareo di Sant’Agata Militello, Tarcisio Maugeri,  ha comunicato con “grande piacere e commozione” agli insegnanti, ai genitori e agli allievi delle scuole dell’infanzia Monaci, primaria Capuana e secondaria di primo grado Cesareo, che il Santo Padre, Papa Francesco, ha inviato una lettera di ringraziamento per i “pensierini e i disegni” che sono stati inviati al Pontefice in occasione della cerimonia di chiusura della manifestazione “Festa del Libro”.

Il progetto “Amico libro”, fortemente voluto dalla referente l’insegnante Franca Casaraona della scuola Monaci, ha visto alcuni genitori e numerosi alunni di ogni ordine e grado nella stesura di vari racconti e poesie, con protagonista Papa Francesco e i temi della condivisione, l’immigrazione e l’accoglienza dei migranti e ha visto la pubblicazione di ben tre volumi, firmati dal dirigente scolastico Tarcisio Maugeri, che sono stati donati al Santo Padre, oltre che alle biblioteche delle rispettive scuole, alla biblioteca comunale, al vescovo Monsignor Guglielmo Giombanco e ai reparti di pediatria di Sant’Agata Militello e di Milazzo.

Papa Francesco, protagonista di numerose storie della sua infanzia, ha particolamente gradito il dono ed ecco che dopo qualche settimana la sorpresa: nella cassetta della posta della Capuana una lettera di ringraziamento dalla segreteria di Stato Vaticano firmata da Monsignor Cona, da ottobre nuovo assessore per gli affari generali della Santa Sede.
Nella missiva si legge “Papa Francesco, grato per i sentimenti che hanno motivato tale gesto” ricorda ai piccoli alunni di pregare per Lui e che il vero Amico fedele è il Signore Gesù.
Dona la sua Benedizione Apostolica agli alunni ai familiari e agli insegnanti, in particolar modo alla maestra Franca. Nella lettera si legge che Papa Francesco auspica ai bambini di “camminare sulla via della luce, della gioia e della solidarietà, per costruire un mondo migliore nell’amore”

Giuseppe Mesi