Servizi ecosistemici del suolo, il 5 dicembre intervento del Parco dei Nebrodi

Il suolo rappresenta una risorsa primaria per la nostra sopravvivenza, purtroppo  spesso non considerato.

Per questo, nella giornata del 5 dicembre, tradizionalmente dedicata  all’argomento, nella considerazione della necessità di focalizzare l’attenzione ed incoraggiare i governi a migliorare la salute e a combattere la perdità di biodiversità del suolo, si terra la videoconferenza sul tema “I servizi eco sistemici del suolo: quale futuro?”

La giornata è organizzata dall’Accademia Nazionale di Agricoltura e il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, in collaborazione con Direzione Generale delle Foreste (MIPAAF) -Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali (CONAF) – Federazione Italiana dei Dottori in Scienze Agrarie e Scienze Forestali (FIDAF) -Associazione Italiana Società Scientifiche Agrarie (AISSA) -EuropeanSociety of Soil Conservation (ESSC) – International Union of SoilSciences IUSS) -Società Italiana di Chimica Agraria (SICA) – Società Italiana di Pedologia (SIPE) -Società Italiana di Scienza del Suolo (SISS)Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale (SISEF) – Unione Nazionale dei  giornalisti italiani dell’agroalimentare, ambiente, energie, territorio (UNAGA-FNSI)  e   con il sostegno  Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e GeolabAps.

Nell’ambito dei lavori, previsto un intervento del Presidente del Parco dei Nebrodi:  il Parco vanta una collaborazione con la Società Italiana di Scienza del Suolo, che ha prodotto risultati importanti e che intendiamo potenziare, commenta Domenico Barbuzza.

A chiudere i lavori sarà  il Ministro dell’ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Sergio Costa.