Trasporti scolastici in tempo di Covid, riunione a Sant’Agata

Si è svoltonei giorni scorsi al castello Gallego di Sant’Agata Militello, un tavolo tecnico propedeutico alla pianificazione dei servizi di trasporto scolastico extraurbano nell’ottica della prevista ripartenza, subito dopo le festività di fine anno, dell’attività scolastica in presenza anche per le scuole superiori.
Alla riunione hanno preso parte il sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso con l’assessore all’istruzione Ilaria Pulejo, il sindaco di Mirto Maurizio Zingales, responsabile del settore traporti dell’Area Interna Nebrodi, i rappresentanti dei tre istituti superiori santagatesi e gli amministratori delle ditte di autolinee del comprensorio. Nel corso del confronto è quindi emersa la necessità di rendere più efficaci i canali comunicativi tra scuole e ditte, al fine di ottimizzare l’organizzazione del trasporto ed evitare l’instaurarsi di disservizi per l’utenza.  In tal senso, le scuole forniranno quanto prima i dati precisi sulla popolazione studentesca al fine di favorire la pianificazione delle corse. Emersa quindi l’ulteriore esigenza di bilanciare la quota del 75% prevista di studenti che ritorneranno alla didattica in presenza con la capienza del 50% attualmente consentita sui mezzi.
“L’incontro ha fatto seguito ad una video conferenza tenutasi nei giorni scorsi con la Prefettura nella quale S.E. il Prefetto di Messina aveva sollecitato i sindaci dei comuni sede di istituti scolastici superiori ad attivarsi proprio per la pianificazione dei servizi di trasporto – commenta il sindaco Bruno Mancuso –. Ringraziamo i rappresentati delle ditte di traporto ed i referenti scolastici per lo spirito di collaborazione dimostrato. Il tavolo tecnico rimarrà comunque attivo e sarà quindi riconvocato prossimamente proprio per giungere alla migliore organizzazione possibile del trasporto extraurbano, limitando al massimo disagi o disservizi per famiglie, studenti e scuole, e tenendo conto allo stesso tempo delle esigenze operative dei vari vettori”.